In primo piano - Benevento Calcio, è la settimana d'inizio del Torneo ma la 'rosa' è ancora da definire

Benevento Calcio, è la settimana d'inizio del Torneo ma la 'rosa' è ancora da definire In primo piano

Ci siamo: è arrivata, finalmente, la settimana in cui per la prima volta nella sua storia il Benevento, affidato a mister Baroni, parteciperà al campionato di serie B.

Il fischio d'inizio sabato 27, alle 20.30, al “Vigorito” contro la Spal, una delle neo promosse nella serie cadetta, che soltanto qualche mese fa i giallorossi hanno già affrontato nella Coppa riservata alle tre squadre (Cittadella, Benevento e Spal) promosse in serie B. Per i giallorossi una netta sconfitta in quel di Ferrara, ma questa volta sarà completamente diverso, perché Lucioni e compagni vogliono iniziare la nuova avventura nel modo migliore, e, possibilmente, con una vittoria. Del resto, un po’ tutti hanno potuto vedere la formazione spallina in diretta Rai, contro il Cagliari, in Coppa Italia qualche giorno fa e si è notata una squadra con tanti problemi, soprattutto in difesa.

A parte questo, però, certamente l’esordio in serie B sarà un evento speciale, e si attende un “Vigorito” pieno. Fino ad ora gli abbonati sono stati quasi 3.500, ma la “Curva Sud” continua gli appelli per far aumentare il numero.

Intanto, deciso il programma per l’inizio del torneo. Oggi, lunedì, capitani, allenatori e dirigenti di tutte le squadre si vedranno a Roma per la tradizionale riunione di inizio campionato con gli arbitri, poi da martedì al lavoro con due sedute a Paduli. Sempre a Paduli, mercoledì pomeriggio partitella contro il Ponte,  poi giovedì allenamento pomeridiano ancora a Paduli. Venerdì, invece, allenamento al “Vigorito” sempre di pomeriggio, poi sabato risveglio muscolare alle 9.30, quindi, come abbiamo scritto prima, alle 20.30  fischio d’inizio del torneo.

La settimana che inizia oggi sarà importante anche per cercare di definire la “rosa” a disposizione, con alcune partenze ed anche qualche nuovo, indispensabile, arrivo.

Attualmente il Benevento ha 25 elementi a disposizione, ma qualche scrematura è indispensabile ed obbligatoria.

Ci sono 4 portieri (Cragno, Perucchini,Gori e Piscitelli); 8 difensori (Padella, Lucioni, Pezzi, Camporese, Lopez, Venuti, Gyamfi, Fusco); 6 centrocampisti (Melara, De Falco, Del Pinto, Chibsah, Agyei, Ramsbeeck), 7 attaccanti (Ciciretti, Mazzeo, Campagnacci, Falco, Ceravolo, Puscas).

Bisogna considerare che il regolamento prevede la presenza in “rosa” di 18 over, ed il Benevento attualmente ne ha 20, senza conteggiare Gori “giocatore di bandiera”, la cui sorte è ancora da decidere. Questo vuol dire che almeno due elementi devono essere “tagliati”, anche se certamente saranno molti di più. Infatti, in preallarme ci sono Piscitelli, Agyei, Cissè, Van Ramsbeeck, che potrebbero essere ceduti in via definitiva oppure in prestito.

Questo anche perché già da domani dovrebbe finalmente vestire la maglia giallorossa il difensore Bagadur, in prestito dalla Fiorentina, mentre Di Somma è sempre alla ricerca di un attaccan5te da doppia cifra (la pista Ardemagni è sempre aperta), di un centrocampista (oramai di Eramo non si parla più e si stanno seguendo altre piste), e di un esterno di fascia sinistra.

Come si vede tanti i dubbi da sciogliere in questa settimana, per cui quasi certamente il Benevento che esordirà sabato contro la Spal non sarà quello definitivo. C’è ancora il cartello di “lavori in corso”, in attesa  del 31 agosto, quando il “mercato” ufficialmente si chiuderà.

GINO PESCITELLI

Altre immagini