Calcio - Per il Benevento a Messina una gara davvero ardua In primo piano

Riprende oggi il girone di ritorno e per il Benevento e' subito una trasferta molto impegnativa e difficile, da affrontare con la massima concentrazione ed impegno. I giallorossi di Auteri saranno impegnati al “San Filippo” di Messina (fischio d’inizio alle 17,30) contro l’undici di Di Napoli, squadra in piena ripresa e che punta molto sul pubblico amico per raggiungere una posizione di classifica sempre più tranquilla.

Da parte loro la “strega” è reduce da una settimana molto complessa e difficile a causa delle tanti voci di mercato. Questo mentre sono stati davvero tanti gli addii( Bianco, Marano, Cruciani, Bonifazi, Porcaro, mentre Som è sempre fuori rosa in attesa di accasarsi), di contro uno solo l’arrivo, quello di Lopez. E non è finita perché sono pronti a partire anche Cissè e, forse, Di Molfetta, mentre per quanto riguarda il rafforzamento della squadra tutto è fermo, le voci sono tante e si rincorrono, ma di fatti davvero pochi. Si continua tanto a parlare di Frediani, un esterno offensivo, ma non c’è niente di certo.

Poi, a questo punto, la… merce a disposizione non è certo di prima qualità, ed anche questo bisogna considerare. Del resto la situazione societaria è quella che è, tutti hanno capito che soldi a disposizione ce ne sono davvero pochi, ed il presidente Pallotta, semppre più solo ed isolato, ha chiesto aiuto anche a Vigorito. Praticamente la svolta che si è avuta a luglio è stata quasi un fallimento, come del resto in tanti avevano previsto. Si era parlato tanto di Lombardi che tirava le file, e forse proprio così è stato.

L’attuale presidente onorario della Casertana aveva voluto utilizzare proprio il Benevento come “società satellite” dei “falchetti”, aveva pensato di dare… in affitto ai giallorossi giocatori poco adatti, che ora sono tornati quasi tutti alla base. Ed allora bene farebbe a riprendersi anche quel Cissè, che, a quanto sembra, neanche lui vuole ed Auteri continua a non utilizzare. L’ha fatto domenica scorsa contro l’Akragas nel finale di gara, ma per l’ennesima volta Cissè ha dimostrato di non essere assolutamente giocatore da Benevento e che per rinforzare il reparto di punta ci vuole ben altro.

Come si vede la situazione si è fatta veramente difficile per Auteri, che a questo punto ha soltanto 18 uomini a disposizione, se si pensa che Vitiello e Campagnacci sono ancora infortunati. E meno male che per la gara di Messina ha a disposizione Lepez, il cui transfert è arrivato. A ciò dobbiamo aggiungere che ha ripreso ad allenarsi con il gruppo Campagnacci, che forse potrebbe essere utilizzabile per la prossima gara casalinga contro la Lupa Castelli Romani.

Formazione obbligata, quindi, per questo pomeriggio a Messina, anche perché l’allenatore ha i giocatori contati, soprattutto a centrocampo.

A guardia della rete ci sarà Gori, quindi difesa a tre con Lucioni, Mattera e Mucciante o Pezzi, poi Melara e Mazzarani sulle fasce, qualora Auteri non volesse utilizzare l’ultimo arrivato Lopez, che, comunque, certamente in pancina ci andrà. Centrocampo obbligato, dal momento che a disposizione ci sono soltanto De Falco e Del Pinto. In avanti, naturalmente, Ciciretti, Marotta e Mazzeo (che alla fine dovrebbe restare a Benevento).

Poi in panchina tutti gli altri, compreso Di Molfetta e Cissè che potrebbero anche concludere la loro esperienza in giallorosso. Altri uomini a disposizione mister Auteri non ne ha e deve arrangiarsi, anche se la sua sopportazione è giunta al massimo, e deve pensare anche a quei giocatori distratti dal calciomercato. Per questo occorre chiarezza immediata, al di là del risultato di oggi dal “San Filippo” di Messina. Un eventuale e non auspicabile passo falso renderebbe la situazione davvero difficile.

A dirigere la gara è stato designato il secondo anno Luca Massimi di Termoli, che fino ad ora non ha mai diretto né Benevento né Messina. Sono state soltanto 20 le gare dirette, con 7 vittorie delle gare di casa, 8 pareggi e 5 i successi delle squadre in trasferta. Invece, appena 2 i rigori concessi ed altrettanti i giocatori espulsi. Come collaboratori di linea sono stati designati Mauro Galetto di Rovigo e Flavio Zancarano di Treviso.

Ecco le gare in programma per la prima giornata di ritorno:

Akragas - Matera sabato 16 alle ore 14

Lupa Castelli Romani - Ischia sabato 16 alle ore 14

Juve Stabia - Melfi sabato 16 alle ore14,30

Fidelis Andria - Lecce sabato 16 alle ore 15

Catania - Monopoli sabato 16 alle ore 15

Messina - Benevento sabato 16 alle ore 17,30

Foggia - Paganese sabato 16 alle ore 20,30

Casertana - Catanzaro domenica 17 alle ore 17,30

Martina Franca - Cosenza domenica 17 alle ore 17,30

GINO PESCITELLI

Altre immagini