Calcio - Per la 'strega' tanti record nella gara in cui ha asfaltato la Casertana In primo piano

Davvero una giornata da ricordare nella 'storia' del Benevento la gara contro la Casertana. Questo non soltanto per le sei reti inflitte ai 'falchetti' di Romaniello e per le 200 gare in giallorosso di Ghigo Gori, ma anche per il record del 'diablo' Marotta, che con la tripletta messa a segno domenica ha raggiunto quota 102 nella classifica personale dei palloni messi in fondo alla rete. Davvero un bello ed importante record per l’attaccante napoletano, ed un ennesimo merito per Auteri  che lo ha rigenerato. Ora, Mazzeo può guarire del tutto con calma prima di rientrare, dal momento che Cissè, Marotta e Ciciretti hanno dimostrato che l’attuale attacco è micidiale.

Il 6-0 ottenuto domenica dai giallorossi ai danni della Casertana ha un solo precedente, risalente a ben 22 anni fa. Per trovare un risultato uguale in campionato bisogna andare al 3 aprile 1994, stagione storica culminata con la promozione in C2 della 'truppa' all’epoca allenata da Gigi Boccolini. Quel giorno,  nell’allora ancora 'Santa Colomba', era ospite il Lucera, fanalino di coda, ed i giallorossi vinsero per 6-0 con le doppiette di D’Ottavio e Canneva, ed i gol di Paolucci e Baldari. Con le due reti messe a segno in quella gara  Nicola D’Ottavio raggiunse quota 30 nella classifica dei cannonieri, e naturalmente la vinse. La squadra di quella stagione era  stratosferica, vinse il campionato con un punteggio  storico e da record. Insomma, il 6-0 ottenuto contro  domenica contro la Casertana potrebbe essere di buon auspicio!

Naturalmente, importante che la 'strega' abbia riconquistato la testa della classifica, occupata dal Lecce soltanto per poche ore. Tutte le altre inseguitrici hanno rallentato, con Foggia e Cosenza che a stento  hanno pareggiato. Difficile, invece, la situazione della Casertana dopo la dura sconfitta di Benevento. Incidenti dopo  il ritorno dei giocatori a Caserta, macchine degli atleti bruciate e danneggiate, squadra in ritiro. Insomma per la Casertana un momento davvero difficile anche dal punto di vista societario.

Per i giallorossi ora il compito di dimenticare la 'passeggiata' contro i rossoblu di Romaniello. Bisogna restare concentrati sul prosieguo del torneo, che prevede due trasferte  consecutive, prima sabato 19 a Pagani e poi mercoledì 23 contro la Juve Stabia. I derby sono sempre particolari, e questo Auteri e la squadra lo sanno benissimo.

GINO PESCITELLI

PARTITE

CLASSIFICA

PROSSIMO TURNO

Monopoli - Lecce 0-1

Benevento (-1) 50

Lupa Ca. Ro. - Cosenza

Sabato 19/3 ore 14

Cosenza - Paganese 0-0

Lecce 49

 

Messina - Melfi

Sabato 19/3 ore 15

Ischia - Fid. Andria  0-0

Casertana 46

Paganese - Benevento

Sabato 19/3 ore 15

Melfi - Martina 1-1

Cosenza 45

Foggia - Ischia

Sabato 19/3 ore 17,30

Catania - Juve Stabia 1-1

Cosenza 44

Juve Stabia - Matera

Sabato19/3 ore 20,30

Benevento - Casertana 6-0

Matera (-2) 41

Akragas - Catania

Domenica 20/3  14,30

Matera - Catanzaro 3-0

Messina 37

Fid. Andria - Monopoli

Domenica 20/3 ore 15

Messina - Foggia 3-2

Andria (-1) 34

Martina - Casertana

Domenica 20/3 17,30

Akragas - Lupa C.R. 2-0

Paganese (-1) 34

Lecce - Catanzaro

Lunedì 21/3  ore 20RAI

 

Akragas (-3) 34

 

Juve Stabia 31

Monopoli 28

Catanzaro 27

Catania (-10) 26

Melfi 24

Ischia (-4) 21

Martina (-1) 20

Lupa Ca.Ro. (-1) 8

Marcatori: 13 reti Caccavalle (Paganese), Infantino (Matera, Iammello (Foggia); 11 reti De Angelis (Casertana); 10 reti Di Piazza (Akragas), Calil (Catania),Sarno (Foggia), Baklet (Martina), Croce (Monopoli); 9 reti Croce e Gambino (Monopoli), Nicastro (Juve Stabia); 8 reti Marotta (Benevento); 7 reti Razziti (Catanzaro), Masini (Melfi); 6 reti Ciciretti e Cissè (Benevento), Negro (Casertana), Moscardelli (Lecce).

Altre immagini