Calcio, addio di Auteri al Benevento? In primo piano

Una notizia, davvero improvvisa ed eclatante, e' cominciata a circolare in citta' nelle ultime ore: tra il Benevento ed Auteri potrebbe essere divorzio!

A fare la corte allo 'special One' sarebbe l’Alessandria, che avrebbe avuto già dei contatti abbastanza serrati con l’allenatore siciliano, senza ombra di dubbio tra i protagonisti della premiazione del Benevento in serie B.

Proprio Auteri, secondo le voci, dovrebbe essere il successore di Gregucci  sulla panchina dell’Alessandria, ed anzi il presidente dei 'grigi', Luca De Masi, ha già convocato una conferenza stampa per mercoledì mattina per annunciare il nome del nuovo allenatore.  E secondo 'radiogold.it', di Alessandria  il nome  potrebbe essere quello di Auteri.

Una notizia, questa, tutta la verificare, anche se c’è da dire che quando  la scorsa settimana Auteri ha salutato giocatori, dirigenti e stampa dopo l’ultima amichevole, quella contro la Forza e Coraggio, le sue parole sono sembrate quasi un addio e non certo un arrivederci a luglio, per la ripresa della preparazione.

Uno scenario davvero imprevedibile quello che si potrebbe verificare, dal momento che tutti erano certi che la prima stagione in serie B sarebbe partita proprio con la conferma della coppia Auteri - Di Somma. C’è anche da dire che Auteri è legato al Benevento da un altro anno di contratto, ma  una rescissione  consensuale tra le parti è sempre possibile.

Naturalmente, appena la notizia ha cominciato a fare il giro della città gli sportivi, attaccatissimi ad Auteri, sono rimasti perplessi, anche perché, a quanto sembra, il duo Di Somma - Auteri era già in attività per disegnare il nuovo volto della squadra.

A questo punto, se veramente dovesse essere divorzio con l’allenatore siciliano, bisognerebbe ricominciare il lavoro e tutto sarebbe messo in discussione. Auteri aveva già fatto capire che  in linea di massima l’ossatura della squadra che ha conquistato la serie cadetta era buona, anche se almeno cinque o sei rinforzi dovevano essere di qualità, e proprio per questo un suo possibile addio creerebbe tanti problemi.

Staremo a vedere cosa succederà nelle prossime ore, ma intanto il grido d’allarme è già partito. E bene farebbe la società a far capire come stanno le cose.

GINO PESCITELLI

Altre immagini