In primo piano - Calcio, al Benevento serve la grinta contro il Perugia per ritornare alla vittoria

Calcio, al Benevento serve la grinta contro il Perugia per ritornare alla vittoria In primo piano

Piedi per terra si riparte. Dopo le due trasferte consecutive di Salerno e Chiavari contro l'Entella, conclusasi con altrettante sconfitte che bruciano tantissimo ed hanno fatto scattare l’allarme, il Benevento torna questo pomeriggio al “Vigorito” (fischio d’inizio alle 15) per affrontare un Perugia che, in questo momento, è la squadra più lucida del campionato, infatti, gli umbri  di Cristian Bocchi dopo aver conquistato tre punti nelle prime cinque gare, hanno poi ottenuto quattro vittorie di fila, e sabato scorso  hanno ridimensionato di molto l’ex capolista Cittadella vincendo per 2-0. Questo la dice lunga sull’attuale momento degli umbri e sulle difficoltà  che certamente il Benevento incontrerà questo pomeriggio. A ciò dobbiamo aggiungere che con la gara di questo pomeriggio inizia per i giallorossi un vero e proprio tour de force, dal momento che martedì 25 dovranno affrontare il Trapani, poi sabato 29  al “Vigorito” sarà di scena lo Spezia. Quindi non ci sarà da respirare, perché già lunedì si partirà per la Sicilia per  la gara di Trapani.

Ma il lungo e difficile di torneo è fatto così, i turni infrasettimanali sono numerosi. Bisogna farsene una ragione.

C’è da dire che  il Perugia di Bucchi è il peggiore  cliente che in questo particolare momento potesse capitare alla “strega”. Dopo un avvio strepitoso di campionato sono maturate le sconfitte di Salerno e Chiavari, con errori che hanno imposto al tecnico Baroni ed alla squadra una riflessione, e proprio da questi errori bisogna ora ripartire, dimenticando le ultime due gare. Bisogna ritrovare la grinta e la determinazione delle prime giornate, e soprattutto la brillantezza messa in mostra nelle prime otto gare, ed a tratti anche a Salerno ed a Chiavari.

Insomma, soprattutto gli errori commessi sabato scorso a Chiavari, quando, in vantaggio per 2-0 grazie alla doppietta di Ceravolo, i giallorossi  hanno subito la rimonta dei padroni di casa che alla fine sono riusciti a conquistare i tre punti in palio, devono essere vitati, ed occorre  una forte reazione da parte della squadra.

In questa settimana Baroni ha analizzato insieme alla squadra gli errori commessi soprattutto in difesa e sui calci piazzati, e tutti sperano che abbia trovato i necessari correttivi, per mettersi alle spalle il doppio ko consecutivo arrivato dopo tre anni. Infatti bisogna tornare indietro al dicembre 2013 per ricordare due sconfitte di seguito (1-0  a Catanzaro di mercoledì per un recupero, poi la domenica successiva a Viareggio per 2-1). Poi venne il 3-0 casalingo contro il Prato, e tutti si augurano che anche questa volta la “storia” possa ripetersi, anche se Lucioni e compagni  avranno di fronte il Perugia e non certo il Prato.

A questo punto tutti attendono di vedere se Baroni sia riuscito a trovare i correttivi necessari, in grado di cancellare le cinque reti che sono arrivate  da calci da fermo nelle gare di Salerno e Chiavari. Soprattutto contro l’Entella un po’ tutti i difensori hanno commesso imperdonabili errori, ed anche il portiere Cragno non è stato  impeccabile, dopo tutta una serie di gare in cui era stato davvero impeccabile.

C’ è da dire che questo pomeriggio al “Vigorito” giungerà un Perugia al gran completo ed in ottima salute. I “ grifoni” al “Vigorito” non perdono da due anni, ed  attualmente occupano il sesto posto in classifica in piena zona play off, con 15  punti (uno in più dei giallorossi. Il morale è altissimo nella squadra umbra, e Bucchi ha quasi tutti gli uomini a disposizione, Molta attenzione i difensori giallorossi dovranno fare agli attaccanti Nicastro e Goberti, ma soprattutto al bomber Di Carmine, che attraversa uno stato di grazie e che fino ad ora è andato a rete cinque volte. A centrocampo occhio ai piedi di Dezi, che ha un destro pungente nei suoi tiri dalla lunga distanza, mentre la difesa lascia pochissimo al caso, ed infatti nelle ultime gare ha subito un solo gol. Bucchi fa giocare la squadra con un 4-3-3 che crea molti problemi agli avversari. In panchina dovrebbe andare l’ex giallorosso Cristian Bonaiuto, figlio del settore giovanile del Benevento. La scorsa stagione venne ceduto  al Perugia, che poi lo dette in prestito alla Maceratese dove ha giocato 32 gare con 10 reti messe a segno. Quest’anno, poi, è tornato a vestire la maglia dei “grifoni”, ed è già sceso in campo in 7 occasioni, di cui 3 da titolare.

Questo per far capire che questo pomeriggio ci vorrà certamente  il miglior Benevento per un ritorno alla vittoria.

Mister Baroni in questa settimana ha certamente pensato a dei correttivi da apportare alla squadra scesa in campo a Chiavari, e potrebbero esserci cambiamenti un po’ in tutti i settori, a cominciare dalla difesa e dal centrocampo.

L’allenatore toscano ha una infermeria quasi del tutto vuota, ed infatti per la partita di questo pomeriggio ha convocato l’intera rosa a disposizione. Soltanto il portiere Piscitelli non compare nell’elenco dei 23 convocati, e giocherà con la Primavera. Ma questo era un fatto scontato, ed è la dimostrazione che nel mercato di gennaio il giovane portiere verrà dato in prestito.

Per il resto certamente in porta ci sarà Cragno, mentre  in difesa  l’unica maglia certa è quella di Lucioni, dal momento che Padella potrebbe partire dalla panchina con l’ingresso di  Camporese dal primo minuto. Sulle fasce, ancora una volta dovrebbero giocare  Venuti e Lopez, anche se Baroni  potrebbe fare un pensierino sull’innesto di Gyamfi, A centrocampo vi dovrebbe essere il ritorno della coppia  Buzzegoli -Chisbah, dopo che a Chiavari De Falco e Del Piero non hanno convinto tanto. Poi c’è il dubbio sulla presenza di Ciciretti, in non perfette condizioni fisiche, che potrebbe essere sostituito  da Pajac, che farebbe coppia con Melara. Infine Falco alle spalle  dell’inamovibile Ceravolo. A disposizione  anche Cissè e Puscas (che però non è al massimo delle condizioni dopo l’infortunio e le due operazioni subite alla mano), ma è difficile che Baroni rinunci al suo tradizionale 4-3-2-1. In panchina insieme a Gori dovrebbero andare Pezzi, Bacadur, Padella o Camporese, Jakimovski, Del Pinto, De Falco, Cissè. All’ultimo momento  Baroni deciderà  gli altri due destinati  alla tribuna  insieme a Perucchini,  dal momento che soltanto 20  potranno essere i giocatori tra campo e panchina. Le scelte verranno fatte  anche alla luce dei successivi impegni di martedì a Trapani e di sabato prossimo contro lo Spezia.

 Non sono molti i precedenti  tra il Benevento ed il Perugia. Praticamente  le due squadre si sono affrontate soltanto otto volte, ed al “Vigorito”  il Benevento ha conquistato due vittorie, un pareggio ed una volta è stato sconfitto.

Per dirigere la gara è stato designato Gianluca Aureliano di Bologna, un arbitro esperto e di polso al suo IV  anno in serie B. Fino ad ora ha diretto 146 gare, di cui 2 in serie A, 54 in B e 90 in Lega Pro, con 71 rigori concessi e ben 93 espulsi. Ha 6 precedenti con il Benevento, con una sola vittoria (Carrarese - Benevento 0-3), due pareggi (Benevento - Frosinone 0-0 e Latina Benevento 1-1) e ben tre sconfitte (di cui anche una casalinga contro il Barletta per 1-2). Come si vede un direttore di gara non proprio fortunato per la “strega”. Otto, invece,  i precedenti con il Perugia , con 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. Giudici di linea saranno Giovanni Buccini di Conegliano e  Gianluca Sechi di Sassari, IV uomo Nicola De Tullio di Bari.

Ecco le gare di questa decima giornata di campionato con la relativa “quaterna” arbitrale:

▪ Cittadella - Ascoli (0-1 giocata venerdì alle 19)

▪ Spezia - Brescia (2-0 giocata venerdì alle 21)

▪ Bari - Trapani 22 ottobre ore 15 (Martinelli - D’Apice - Lanza - Luciani)

▪ Benevento - Perugia 22 ottobre ore 15 (Aureliano - Buccini - Sechi - Di Tullio)

▪ Verona - Pro Vercelli 22 ottobre ore 15 (Rapuano - Sorecaro - Dei Giudici- Paolini)

▪ Latina - Pisa  22 ottobre ore 15 (Sacchi - Muto - Chiocchi - Fourneau)

▪ Novara - Avellino  22 ottobre ore 15 (Abisso - Caliari - Margani - Ghuccini)

▪ Salernitana - Virtus Entella 22 ottobre ore 15 (Ros - Olivieri - Tardino - Nicoletti)

▪  Spal - Carpi 22 ottobre ore 15 (La Penna - Intagliata - Rocca - Zanonato)

▪ Ternana - Cesena 22 ottobre ore 15 (Abbattista - Ballutti - Rossi - Illuzzi)

▪ Vicenza - Frosinone 22 ottobre ore 15 (Nasca - De Troica - Lanotte -Baroni)

GINO PESCITELLI

Altre immagini