Calcio: ancora play off 'maledetti' e l'addio di Vigorito In primo piano

L'esperienza del Benevento nel torneo 2014-2015 non poteva finire in modo peggiore. Ancora una volta (ed e' la tredicesima!) play off 'amari' e 'maledetti', forse questa volta più che in passato.

Nei classici 'titoli di coda' il Novara ha espugnato il 'Vigorito', grazie ad una invenzione di Ganz, nel secondo minuto di recupero, che ha gelato i quasi cinquemila tifosi della 'strega' che erano presenti sugli spalti. Ed è iniziata la contestazione contro squadra, tecnici, società, con il presidente Vigorito primo di tutti nell’occhio del ciclone.

Così la 'strega' ha dato l’addio ai propri tifosi in un pomeriggio tutto da dimenticare, dove ha vinto soltanto la Curva Sud che ha incitato la squadra dal principio alla fine.

Invece per i giallorossi ancora un appuntamento mancato, l’ennesimo di questa stagione. Ancora una volta si è vista una squadra scesa in campo nervosa, poco motivata, scarsamente concentrata, del resto schierata da Cinelli e Landaida in modo differente, e con un centrocampo a cinque che ha finito per favorire gli avversari.

Davvero poco incisivo Eusepi, schierato come unica punta, che mai è stati assistito e servito dai compagni. L’unica rete dei giallorossi è stata messa segno da Mazzeo, ma è stato quasi un regalo del portiere del Como Crispino. Per il resto quasi nessuno dei giallorossi ha raggiunto la sufficienza, con esclusione del solo Allegretti che ha cercato di prendere la squadra per mano, senza riuscirci.

Davvero male De Falco e Melara, mentre Doninelli non era presente neanche in panchina. E neanche l’ingresso di Campagnacci ed Alfageme al posto di Melara e Mazzeo hanno cambiato le cose, mentre Cinelli e Landaida hanno preferito continuare a tenere in panchina Marotta, inserendo Som al posto di Mazzeo e lasciando Eusepi ancora più solo.

E proprio Som è stato il protagonista in negativo della gara, quando nell’ultimo minuto di recupero ha permesso a Ganz di operare quel diagonale che poi è finito in rete dopo la 'papera' gigante di Piscitelli, che ha permesso al Novara di vincere la gara.

Ed al termine la contestazione dei tifosi e l’annuncio di Vigorito del suo definitivo addio. A questo punto dietro la porta ci sono spiragli veramente neri per il futuro del calcio beneventano. Tra qualche giorno tutto verrà messo nelle mani del sindaco Pepe, e toccherà a lui cercare di trovare una soluzione.

Allo stato è difficile capire cosa può fare, ma indubbiamente la situazione è molto grave, ed è meglio far decantare le cose, operando con un po’ di calma, cercando anche qualche spiraglio su cui lavorare con Vigorito. Cosa, però, allo stato molto difficile. E Pepe, da quanto si è saputo, si muoverà proprio così. Ma cosa risponderanno i tifosi?

Ecco i risultati del primo turno dei play off, quello ad eliminazione diretta:

Benevento - Novara 1-2

Bassano - Juve Stabia 6-5 dopo supplementari e calci di rigore

Ascoli - Reggiana 1-4

Matera - Pavia 2-1 dopo i tempi supplementari

A questo punto le gare di domenica 24 saranno:

Novara - Matera

Reggiana - Bassano

Poi, a campi invertiti, domenica 31 le gare di ritorno per conoscere le due finaliste che si affronteranno il 7 ed il 14 giugno

Intanto sabato 23 inizieranno anche i play out, con i seguenti incontri:

Savoia - Messina

Ischia - Aversa Normanna

GINO PESCITELLI

Altre immagini