Calcio, il Benevento a Cesena per voltare pagina in funzione play off. Baroni a rischio In primo piano

Nel ritiro di Forlì il Benevento sta cercando di ritrovarsi, con l'ultimo turno infrasettimanale della stagione.

Alle 18 di oggi i giallorossi saranno impegnati al 'Manuzzi' di Cesena contro l’undici dell’ex Camplone, con un unico obiettivo: riprendere la corsa per mettersi alle spalle il periodo negativo e fare un passo decisivo per la partecipazione ai play off, la cui quota minima è ora fissata sui 59/60 punti. Attualmente i sanniti sono a quota 55 punti, per cui  nelle ultime cinque giornate bisogna conquistare come minimo dai cinque ai sette punti. Dopo la gara di oggi a Cesena restano il derby con l’Avellino del 1° maggio al 'Vigorito', la trasferta di Ascoli del 6 maggio, lo scontro diretto con il Frosinone al 'Vigorito' il 13 maggio, infine la trasferta a Pisa del 19 maggio.

Tutte  gare non certo semplici, per cui bisogna cercare subito di mettersi alle spalle l’attuale momento e soprattutto capire che cosa sta succedendo alla squadra.

Assolutamente non si può cancellare l’ottimo girone di andata, e del resto il presidente Vigorito nell’incontrare tecnico e squadra alla vigilia della partenza per Forlì è stato molto chiaro, e duro nelle parole: bisogna assolutamente conquistare i play off e ritrovare le condizioni fisiche e mentali, oltre la giusto carattere, anche perché dopo la trasferta di Cesena ci sarà il derby con l’Avellino del 1° maggio (l’inizio è previsto per le 12.30) a cui i tifosi tengono tantissimo.

Ed ai proposito dei tifosi un buon numero saranno oggi presenti a Cesena (se ne prevedono oltre 400), ma nello stesso tempo sono divisi sulle colpe per l’attuale momento negativo e le critiche non mancano anche per quanto riguarda l’allenatore. Molti sono convinti che la squadra non segue più Baroni ed inoltre lo spogliatoio è spaccato. Ed è possibile che in caso di un nuovo insuccesso oggi a Cesena qualche provvedimento possa essere preso per dare una scossa alla squadra ed all’ambiente. Insomma, per Baroni oggi potrebbe essere l’ultima chiamata.

Intanto per il tecnico i problemi non mancano per quanto riguarda l’undici che oggi scenderà in campo a Cesena.

Puntuali e previste sono arrivate le squalifiche  di Lopez e Ceravolo, per cui l’allenatore dovrà per forza di cose apportare dei cambi rispetto alla squadra scesa in campo contro il Vicenza venerdì scorso.

Se per quanto riguarda la sostituzione di Lopez è pronto Pezzi come esterno sinistro, davvero difficile sostituire il bomber Ceravolo, al quale, forse, uno stop potrebbe anche fare bene. Alla fine Baroni dovrebbe scegliere Cissè, anche perché Puscas, l’unico altro attaccante a disposizione, fino ad ora non ha giocato quasi mai, è stato una vera delusione, e sul piano fisico ed atletico non è ancora pronto dopo la lunga assenza e la pulizia del ginocchio.

Inoltre, il tecnico toscano dovrà scegliere il modulo da schierare e decidere se puntare sul consolidato 4-2-3-1 oppure riutilizzare il 4-3-3, casomai schierando insieme Cissè o Puscas, o chiedendo a Falco il sacrificio  di giocare come esterno offensivo a sinistra. In alternativa in quella posizione potrebbe schierare Melara. Se, invece, dovesse puntare ancora sul 4-3-3- allora Cissè sarebbe l’unica punta, con Ciciretti a destra, Falco al centro e Melara od Eramo a sinistra, con una mediana composta da Chibsah e Buzzegoli o Viola. Naturalmente difesa già fatta con Cragno tra i pali, Camporese e Lucioni centrali, Venuti e Pezzi sulle fasce.

Per quanto riguarda il Cesena mancherà per squalifica il difensore Renzetti, mentre Deukor e Schiavone sono i dubbi dell’ex Camplone.

Non è certamente semplice l’impegno di oggi per i giallorossi dal momento che il Cesena in casa ha conquistato fino ad ora 7 vittorie e 9 pareggi con appena 2 sconfitte, 25 reti messe a segno e 14 subite. L’ultima vittoria casalinga l’ha ottenuta contro lo Spezia lo scorso 7 aprile, ed in precedenza i pareggi con Frosinone e Brescia entrambi per 1-1.

A dirigere la gara contro il Cesena è stato designato il barese Luigi Nasca, un direttore di gara molto esperto con ben 11 anni alle spalle, che ha nel proprio score 4 gare dirette in serie A, 163 in B e 56 in Lega Pro, con 101 vittorie delle squadre di casa, 75 pareggi e 47 vittorie esterne, 77 rigori concessi ed 88 espulsi. 

Per quanto riguarda le 163 gare dirette tra i cadetti, sono state 68 le vittorie delle squadre di casa, 59 i pareggi, 36 le vittorie esterne, con 55 rigori concessi e 63 gli  espulsi. Sono quattro i precedenti con il Benevento con due vittorie (Cassino Benevento 1-2 e Benevento - Arezzo 2-1 in Lega Pro) e due pareggi (Crotone - Benevento 1-1 nei play off del 2009 e Benevento - Salernitana 1-1 in questo torneo).

Invece, ben 14 i precedenti con il Cesena, con 3 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte. Come collaboratori di linea sono stati designati Domenico Rocca di Vibo Valentia e Cristian Rossi di La Spezia, mentre 4° uomo sarà Marco Mainardi di Bergamo, quello dei due rigori nella gara persa contro il Trapani.

Ecco le gare di questo 38esimo turno, ultimo infrasettimanale:

▪ Vicenza - Novara 3-1

▪ Salernitana - Bari martedì 25 ore 12.30 (Ghersini - Rispollini - Grossi - Abisso)

▪ Ascoli - Avellino martedì 25 ore 15 (Ros - Santoro - D’Apice - Panarese)

▪ Brescia - Ternana martedì 25 ore 15 (Di Martino - Tardino - Lanza - Amabile)

▪ Frosinone - Spezia  martedì 25 ore 15 (Pinzani - Prenna - Muto - Guida)

▪ Pisa - Vercelli martedì 25 ore 15 (Pezzuto - Buccini - Cangiano - Cariglio)

▪ Entella - Latina martedì 25 ore 15 (Marinelli - Pagnotta - Opromolla - Minelli)

▪ Cesena - Benevento martedì 25 ore 18 (Nasca - Rocca -  Rossi - Mainardi)

▪ Carpi - Trapani martedì 25 ore 20.30 (Piccinini - Galetti - Dei Giudici - Miele)

▪ Perugia - Verona martedì 25 ore 20.30 (Sacchi - De Troia - Bresmes - Zingarelli)

Questa l’attuale classifica dopo l’anticipo Vicenza - Novara

Spal 70, Verona 65, Frosinone 62, Cittadella 57, Perugia 56, Benevento (-1) 55, Spezia 54, Entella e Carpi 51, Bari, Novara e Salernitana 50, Vercelli 46, Avellino (-3) 45, Cesena 43, Ascoli, Trapani e Vicenza 41, Ternana e Brescia 39, Pisa (-4) 32, Latina (-2) 31.

Spal - Cittadella martedì 25 ore 15 (Pasqua - Caliari - Intagliata - Volpi).

GINO PESCITELLI

Altre immagini