Calcio: il Benevento a Lecce per dare continuità all'attuale momento positivo In primo piano

La gara che domenica pomeriggio vedra' impegnato il Benevento allo stadio di 'Via del Mare' di Lecce, con fischio d'inizio alle ore 15, e' certamente il big match della sedicesima giornata, se si considera che le due squadre sono attualmente appaiate al terzo posto della classifica.

E la 'strega' ritorna al 'Via del Mare' con il pensiero rivolto al 13 giugno 1999, quando vinse gli unici play - off della sua storia, battendo il Messina per 3-2 e conquistando la promozione nella 'vecchia' C1. Era quello il Benevento di Franco Delli Santi e del presidente Pedicini. Sedici anni fa tanta gioia nello stadio pugliese, e festa grande per i trionfatori al ritorno nel capoluogo, con l’allora Santa Colomba addobbato a festa. Da allora, lo stadio del Lecce è stato sempre tabù per il Benevento, con tre sconfitte nelle altrettante gare disputate, una anche nei play - off.

Comunque, il Benevento che domani pomeriggio scenderà in campo contro gli uomini di Braglia sarà certamente una squadra decisa a dare continuità all’attuale momento positivo dopo le due vittorie ottenute contro Catania e Martina, che hanno portato ad un deciso passo in avanti in classifica.

Ma la gara non si presenta per niente facile per Lucioni e compagni, considerando la forza dei padroni di casa, che, per giunta, scenderanno in campo con una grinta ancora maggiore dopo la sconfitta casalinga di mercoledì scorso contro l’Akragas, che ha comportato l’addio alla Coppa Italia. Una cosa, questa, che ha fatto innervosire tantissimo il tecnico Braglia, che attende domani dai propri giocatori una grande risposta. Insomma i pugliesi vogliono subito rifarsi dopo la sconfitta di mercoledì, ed attendono con fiducia la gara contro il Benevento di Auteri. L’allenatore del Lecce avrà tutti gli uomini a disposizione, ed ha recuperato anche il centrocampista Pessina ed il fantasista Vecsei, di ritorno dalla nazionale Under 19. Quindi, sarà un Lecce al gran completo, che potrà contare tantissimo sull’apporto del proprio pubblico, numeroso e sempre appassionato, quasi sempre dodicesimo giocatore in campo.

Da parte sua Auteri ha ancora una volta tanti problemi di formazione per le scontate assenze di Vitiello e Campagnacci, che potrebbero rientrare soltanto a fine gennaio, e la squalifica di De Falco, un giocatore unico nello scacchiere e non facilmente rimpiazzabile. A sostituirlo potrebbe essere Cruciani. C’è poi un grosso dubbio sulla presenza di Melara, che in queste ultime giornate è stato sempre tra i migliori in campo. Soltanto all’ultimo momento si saprà se potrà scendere in campo, altrimenti è pronto Troani. Insomma, domani a Lecce sarà un Benevento in piena emergenza, dal momento che Auteri avrà a disposizione soltanto 16 o 17 giocatori, se si considera che oramai Bianco e Som sono fuori rosa ed anche Cissè in settimana si è allenato pochissimo ed al massimo potrà andare in panchina. L’allenatore siciliano ha recuperato prima del previsto Mucciante, ma anche per lui al massimo ci potrà essere la panchina.

Formazione, quindi, praticamente obbligata per il Benevento con Gori in porta, linea a tre difensiva formata da Lucioni, Padella e Mattera o Pezzi, centrocampo affidato a Del Pinto e Cruciani con Mazzarani e Troianii sule fasce, quindi in attacco Ciciretti, Marotta e Mazzeo. Per il resto panchina molta corta, e poche possibilità di cambiamenti.

Soltanto tre gli ex di questo Lecce - Benevento. Si tratta di Melara, che per sei mesi è stato in Puglia nella stagione 2013/2014, poi dell’ex giallorosso Sassanelli, attualmente preparatore dei portieri del Lecce, ed infine c’è Salvatore Di Somma, che ha fatto un po’ la storia del Lecce. L’attuale direttore sportivo del Benevento ha giocato ben 222 gare con la maglia giallorossa del Lecce dal 1968 al 1975. Insomma, un ex nel vero senso della parola, ancora tanto amato a Lecce.

Poi, la sfida particolare tra i due allenatori Auteri e Braglia, che più volte si sono scontrati tra di loro. Anzi, nello scorso mese di luglio sembrava che proprio Braglia sarebbe dovuto essere il primo allenatore dell’era Pallotta, prima che Di Somma chiudesse con Auteri.

Come si vede sono tanti i motivi per fare di Lecce - Benevento una gara quanto mai incerta e dal pronostico difficile.

Ad arbitrare la sfida di 'Via del Mare' è stato designato il terzo anno Emanuele Mancini di Fermo. Si tratta di un terzo anno quanto mai esperto, che fino ad ora ha diretto 34 gare in Lega Pro, con 12 vittorie delle squadre di casa, 11 pareggi ed altrettante vittorie delle squadre in trasferta. Sono stati 10 i rigori concessi ed anche 10 le espulsioni comminate. Come collaboratori di linea sono stati designati Claudio Pellegrini di Roma 2 e Davide Argenteri di Viterbo. C’è da aggiungere che il direttore di gara che è stato designato non ha precedenti con il Benevento, mentre ha arbitrato il Lecce una sola volta (vittorie dei pugliesi a Pagani per 2-0).

Ecco le gare della sedicesima giornata, la penultima del girone di andata, poi si riprenderà 9 gennaio 2016 con l’ultima giornata di questa prima parte del torneo, con il Benevento che alle 17,30 affronterà l’Akragas al 'Vigorito'.

Catania - Paganese sabato 19 ore 15

Martina Franca - Foggia sabat6o 19 ore 17,30

Matera - Lupa Castelli Romani sabato 19 ore 20,30

Juve Stabia - Monopoli sabato 19 ore 20,30

Akragas - Melfi domenica 20 ore 14,30

Catanzaro - Ischia domenica 20 ore 15

Lecce - Benevento domenica 20 ore 15

Cosenza - Fidelis Andria domenica 20 ore 17,30

Casertana - Messina lunedì 21 ore 20 RAI SPORT

GINO PESCITELLI

Altre immagini