Calcio. Il Benevento a Martina Franca per confermare l'imbattibilità In primo piano

Un appuntamento non certo facile per il Benevento di Brini quello di questo pomeriggio (fischio d'inizio alle ore 16) allo stadio Tursi di Martina Franca, un terreno di gioco in passato sempre avaro di soddisfazioni. Ed anche un tabù da sfatare, se si pensa che dalla stagione 1986/1987 ad oggi sul terreno pugliese i giallorossi hanno ottenuto 3 pareggi e 3 sconfitte, e l’ultima vittoria risale alla stagione ‘91/’92 quando la “strega” violò il “Tursi” con il risultato di 1-0 grazie alla rete messa a segno da Aurisano. Poi, c’è da dire che a Martina i giallorossi non hanno giocato tante volte, ed infatti l’ultima gara è datata 3 ottobre 2004, quando in extremis i giallorossi riuscirono a pareggiare, dopo essere andati in svantaggio, grazie ad una bella rete di testa, in seguito a calcio d’angolo, del compianto togolese Komy Tchangai, che proprio al “Tursi” mise a segno l’unica rete in giallorosso.

Gara difficile, quindi, per il Benevento la gara contro l’undici di Ciullo, ma i giallorossi sono più che mai decisi a conservare l’imbattibilità esterna, che oramai dura dall’inizio del torneo. Però, occhio al Martina che con le grandi sfigura raramente e sul proprio terreno rende la vita difficile a tutti. Fino ad ora sul terreno amico i bianco-azzurri hanno perso soltanto due volte,tra l’altro in modo rocambolesco, contro Vigor Lamezia e Salernitana. Poi, il punto conquistato nella passata giornata a Castellamare di Stabia ha fornito un po’ più di tranquillità alla compagine di Ciullo, che affronterà il Benevento nelle migliori condizioni possibili, anche se mancheranno per squalifica due giocatori fondamentali come il terzino sinistro Tomi e l’esterno offensivo Arcidiacono. E non ci sarà neanche l’ex giallorosso De Risio, attualmente in forza al Martina anche se soltanto in prestito. I difensori giallorossi dovranno comunque stare attenti a Montalto, migliore marcatore dei pugliesi con otto gol in diciannove gare.

Un ex anche nelle fine giallorosse. Si tratta del tecnico Brini, che nella stagione 2006/2007 per un periodo non lungo sedette sulla panchina del Martina. Ed a proposito della panchina della “strega”, questa volta Brini non potrà avere al proprio fianco il suo vice Gabriele Baldassarri, squalificato per ben tre turni per qualche episodio verificatosi nel posticipo di lunedì scorso contro la Lupa Roma.

Per la gara di questo pomeriggio Brini ne ha convocati 19, con il rientro di Scognamiglio e l’assenza di Kanoutè. Mancano soltanto gli infortunati Melara, Doninelli, Allegretti e De Falco.

Ancora qualche dubbio per quanto riguarda la formazione, anche se i punti fermi sono tanti. A guardia della rete dovrebbe esserci Pane, con Piscitelli ancora in panchina, mentre sulle fasce basse dovrebbero essere confermati Celyak e Som, con Pezzi in panchina. Al centro della difesa certamente ritornerà la collaudata coppia Scognamiglio-Lucioni, anche se Padella è pronto per scendere in campo. La cerniera di centrocampo sarà invece formata da D’Agostino e Vitiello, con Alfageme e Campagnacci impegnati a presidiare rispettivamente l’out destro e quello sinistro. Una importante novità dovrebbe esserci in attacco, dove questa volta al fianco del bomber Eusepi dovrebbe esserci Mazzeo, rinnovando così quella coppia che nella scorsa stagione ha fatto grande il Perugia. Infatti in settimana Marotta si è allenato poco perché alle prese con noie alla schiena. Questa volta, quindi, dovrebbe essere Marotta a partire dalla panchina.

Ad arbitrare la gara è stato designato il quarto anno Edoardo Paolini, della sezione di Ascoli Piceno ma nativo di Nocera Inferiore, avvocato di 29 anni. Si tratta di un arbitro particolare che lo scorso anno è stato tenuto a riposo per l’intera stagione e che in quella attuale ha diretto dodici gare. Vanta venti direzioni in Prima Divisione ed altrettante in Seconda, con 17 vittorie interne, 15 pari ed 8 blitz esterni, con 11 espulsioni comminate e 12 rigori concessi. Ha un record: dieci gol convalidati nella gara Monza - Fano del 12 maggio 2013 conclusasi con il risultato di 7-3. Il direttore di gara di Ascoli Piceno avrà come collaboratori di linea Oreste Muto ed Alfonso Annunziata entrambi di Torre Annunziata.

Ecco, comunque, le gare di questa venticinquesima giornata:

▪ Paganese - Lecce si è disputata ieri sera alle 20,45 (0-2)

▪ Catanzaro - Cosenza sabato 14 febbraio alle ore 14,30

▪ Ischia - Aversa Normanna sabato 14 febbraio alle ore 15

▪ Savoia - Barletta sabato 14 febbraio alle ore 15

▪ Foggia - Vigor Lamezia sabato 14 febbraio alle ore16

▪ Martina Franca - Benevento sabato 14 febbraio alle ore 16

▪ Melfi - Salernitana sabato 14 febbraio alle ore 17

▪ Reggina - Juve Stabia domenica 15 febbraio alle ore 12,30

▪ Lupa Roma - Matera domenica 15 febbraio alle ore 14,30

▪ Casertana - Martina domenica 15 febbraio alle ore 16

GINO PESCITELLI

Altre immagini