Calcio: il Benevento a Melfi per continuare la fuga In primo piano

Questa sera (fischio d'inizio alle 20,30) il Benevento sara' impegnato in quel di Melfi con l'intento di bissare la vittoria di Andria e continuare il viaggio alla testa della classifica, cercando, possibilmente, di liberarsi della coabitazione con la Casertana e la Paganese.

Per la “strega”, però, il compito non si presenta agevole come ha già avvertito mister Auteri, mettendo tutti in guardia. “I valori vanno dimostrati ogni settimana - ha ammonito il tecnico siciliano - e le vittorie arrivano solo attraverso le prestazioni, perché non si può credere di essere più forti già prima del fischio d’inizio”.

Insomma, la vittoria al “Degli Ulivi” di Andria non deve illudere , anche se indubbiamente vincere in extremis ha fatto bene ed ha risvegliato e rigenerato l’ambiente, facendo crescere la squadra sotto il profilo della mentalità. Insomma, questa sera c’è bisogno di dare continuità alla buona prestazione di Andria e questo Lucioni e compagni lo sanno benissimo.

Al “Valerio” di Melfi i giallorossi non avranno vita facile dal momento che l’undici di Palumbo venderà cara la pelle. La “truppa” gialloverde ha collezionato fino ad ora quattro punti in altrettante partite e cercherà di regalare una soddisfazione al proprio pubblico contro una delle accreditate al salto di categoria.

Mister Palumbo imposta la sua squadra con il 4-2-3-1, e nelle prime quattro giornate ha schierato un undici quasi sempre fisso con pochi cambiamenti. Sono mancati soprattutto gli “acuti” degli attaccanti Herrera e Longo, ai quali i difensori giallorossi dovranno fare molta attenzione. Nel Melfi questa mancherà Colella, il cui posto verrà preso da Giacomelli.

Per quanto riguarda il Benevento mister Auteri ha ancora problemi di infermeria e questa sera certamente dovrà fare a meno di Mazzarani e Vitiello, che sarebbe dovuto essere l’unico ex avendo iniziato proprio a Melfi la sua carriera da professionista. Recuperato, invece, completamente Mucciante, mentre anche Marotta è sulla via della completa guarigione, anche se certamente non sarà della gara. Naturalmente mancheranno gli squalificati Cissè e Gori, che proprio domani terminerà la sua lunga squalifica e quindi sarà utilizzabile per la partita contro il Monopoli.

Per il resto la formazione dovrebbe cambiare poco rispetto a quella scesa in campo ad Andria. In porta ci sarà Piscitelli, poi il bunker difensivo formato dal trio Lucioni - Padella - Mattera (una vera e propria “linea Maginot” che ha preso appena un gol in quattro gare dimostrando di essere il vero punto di forza della squadra), quindi il centrocampo a due con De Falco e Del Pinto, mentre sulle fasce opereranno Melara ed uno tra Pezzi, Troiani e Cruciani data l’assenza di Mazzarani. In attacco dovrebbero essere riconfermati Mazzeo, Di Molfetta e Campagnacci, anche se mister Auteri sta facendo un pensierino su Ciciretti, l’eroe di Andria.

A dirigere la gara del “Valerio” di Melfi è stato designato il romano Francesco Forrnean, che si avvarrà della collaborazione di Alfonso Annunziata di Torre Annunziata e Francesco Iovine di Napoli. Designato come osservatore dell’arbitro Pietro Frascà di Catanzaro. Il “fischietto” romano è un secondo anno che fino ad ora ha diretto soltanto 16 gara con 11 vittorie dei padroni di casa, un solo pareggio ed appena quattro successi delle squadre in trasferta. Praticamente un arbitro di casa, che ha concesso 4 rigori decidendo 16 espulsioni. Nessun precedente con il Benevento ed uno solo con il Melfi, con la sconfitta contro il Cosenza nello scorso torneo.

Ecco le gare della quinta giornata, che si disputerà tutta oggi:

Ischia - Akragas ore 14

Andria - Lupa Castelli Romani ore 15

Catanzaro - Cosenza ore 16

Juve Stabia - Casertana ore 17,30

Lecce - Catania ore 17,30

Paganese - Messina ore 17,30

Melfi - Benevento ore 20,30

Monopoli - Martina Franca ore 20,30

Matera - Foggia ore 20,45

Ricordiamo che mercoledì 7 ottobre saranno recuperate le gare Akragas - Monopoli, Catania - Cosenza e Messina Ischia.

GINO PESCITELLI

Altre immagini