In primo piano - Calcio, il Benevento alla ricerca del punto della felicità

Calcio, il Benevento alla ricerca del punto della felicità In primo piano

Dalle 17,30 alle 19,15 di oggi la citta' si ferma: il Benevento e' alla ricerca di quel punticino che gli permetterebbe di entrare nella storia, questa volta quella del calcio. I “maledetti” play off, da tempo certi, dovranno essere messi nel dimenticatoio, perché si punta alla serie B dalla porta principale, quella diretta. E l’intera città è in festa, anche se, per scaramanzia, quella parola “B come Benevento”, nessuno vuole pronunciarla. Lo spumante resta in frigorifero pronto ad essere stappato,  ma, se tutto andrà come previsto, quando a19,15 di questa sera il laziale Marinelli di Tivoli emetterà il triplice fischio finale di Benevento - Lecce la città impazzirà, sarà festa grande in indimenticabile, perché un sogno sta per diventare realtà.

Ancora qualche ora e sapremo, ma una cosa è certa: tutti sono pronti a fare festa. Se verrà quel minimo punticino che ancora manca, allora alle spalle la decisione di chi ha voluto punire la società per aver iscritto la squadra al torneo non con la fidejussione ma mediante assegni. La decisione del Collegio di Garanzia della Figc arriverà il 13 maggio, a torneo finito da un bel pezzo ed alla vigilia dei play off. Una cosa ridicola, inaccettabile, che ancora una volta fa capire in che modo opera in Italia la Giustizia Sportiva.

Il “Vigorito” oggi sarà una vera e propria bolgia, letteralmente gremito in ogni ordine di posto. Tutti venduti, anzi andati letteralmente a ruba, i tagliandi di ingresso, ed anche per l’acquisto  dei 1287 biglietti autorizzati successivamente è stata una fila lunga per accaparrarsene. E per chi è rimasto senza il prezioso tagliando maxi schermo a Piazza Risorgimento, dove, naturalmente, ci sarà il divieto di sosta. Ed ancora, tanto per capire l’importanza della gara, trasmissione della gara in diretta su Sportube SportItalia, per i tanti beneventani che  sono fuori città. Insomma, si sta facendo del tutto affinché nessuno si perda l’appuntamento.

Pochissimi i tifosi che, invece, seguiranno il Lecce, dal momento che ne sono attesi non più di 200. Del resto, loro hanno poco da festeggiare e puntano soltanto ad una buona posizione di partenza nei play off.

Però, questo non vuol dire che il Benevento deve considerare scontato il punto da conquistare perché certamente al “Vigorito” sarà una vera e propria battaglia.

I pugliesi non concederanno proprio nulla a Lucioni e compagni, come del resto hanno già fatto capire. Sarà una partita vera con una posta in palio davvero grande.

I giallorossi pugliesi saranno vedovi del tecnico Braglia in panchina, squalificato per due giornate dopo la gara contro la Paganese, e ciò potrebbe incidere tantissimo. Come pure mancherà il possente centrale difensivo Cosenza, mentre anche Abruzzese è in forte dubbio. Insomma, mister Braglia dovrà quasi inventarsi il reparto difensivo. A guardia della rete ancora una volta ci sarà il giovane Bleve, dal momento che il titolare Perucchini non è ancora pronto. In attacco, poi, dovrebbe esserci Caturano

Per  Auteri, invece pochi problemi di formazione, dal momento che quasi tutti sono arruolabili. Unico assente lo squalificato Lopez, fermato per due giornate, quindi per lui campionato finito. Naturalmente anche lo sfortunato Raimondi non sarà della gara. Per il resto pienamente recuperati Vitiello, Cissè e Melara, mentre Marotta ha scontato la giornata di squalifica. Per il tecnico di Florida, quindi, soltanto problemi di scelte per la sostituzione di Lopez. Possibile rientro di Mazzarani, oppure l’avanzamento di Pezzi, con Padella che farebbe compagnia a Licioni e Mattera nella linea difensiva a tre. Sulla fascia destra, invece, possibile il rientro di Melara, dal momento che Troiani in settimana ha giocato nella nazionale di categoria ed è tornato soltanto giovedì ad allenarsi con i compagni. Per il resto centrocampo solito con De Falco e Del Pinto, mentre sulle fasce potrebbero esserci Melara e Mazzarani o Pezzi.  Per l’attacco confermatissimo Mazzeo, le altre die maglie disponibili se le contendono Marotta, Cissè, Campagnacci e Ciciretti. Insomma, quasi per miracolo Auteri ha quasi tutti gli uomini a disposizione e può scegliere  in un grande ventaglio.

Per il big match tra Benevento e Lecce è stato naturalmente designato un direttore di grande esperienza, quasi il migliore della categoria, pronto al grande salto in serie B. Si tratta del quarto anno Livio Marinelli di Tivoli. Fino ad ora ha diretto ben 42 gara in Lega Pro, con 17 vittorie delle squadre di casa, altrettanti pareggi  e so0ltanto otto vittorie delle compagini in trasferta. Sono stati 11 i rigori concessi e 13 gli espulsi. Si tratta di un arbitro che porta bene al Benevento. Infatti, in questa stagione ha già diretto Foggia - Benevento conclusasi sul risultato di 1-1, con il rigore parato da Goei e quello messo a segno da Mazzeo, e poi la “storica” Benevento - Casertana conclusasi con il risultato di 6-0 per il Benevento (anche in tale occasione Gori parò un calcio di rigore). Un solo precedente con il Lecce che risale alle vittoria della trasferta di Castellamare di Stabia. Il direttore di gara laziale sarà coadiuvato da Michele Grossi di Frosinone e  Francesco Rossini di Padova.

Quello di oggi sarà il nono scontro tra il Benevento ed il Lecce nello stadio sannita, play off compresi. Fino ad ora 6 vittorie del Benevento, 2 pareggi ed una sola volta hanno vinto i pygliesi. Anche per quanto riguarda le reti segnate, Benevento in vantaggio, con 16 reti contro le 6 del Lecce. Comunque, fino ora Benevento e Lecce sono incontrate 20 volte, con 9 vittorie del Lecce, 6 del Benevento e 5 pareggi.

Ecco il programma delle gare di oggi, trentatreesima giornata, con tutte te le gare che si disputeranno in contemporanea con fischio d’inizio alle 17,30:

▪ Benevento - Lecce

▪ Fidelis Andria - Cosenza

▪ Foggia - Martina Franca

▪ Ischia - Catanzaro

▪ Lupa Castelli Romani - Matera

GINO PESCITELLI

Altre immagini