Calcio: il Benevento cerca ad Andria il rilancio In primo piano

Il Benevento (fischio d'inizio all'ora di pranzo, alle 14) scende nuovamente in campo domani ad Andria.

In terra pugliese per la 'strega' una gara molto delicata e complicata, non soltanto perché i padroni di casa sono partiti con il piede giusto, e dopo quattro giornate hanno già totalizzato sei punti, ma soprattutto se si considera che Lucioni e compagni hanno assolutamente bisogno di fare punti all’indomani della sbiadita prestazione di mercoledì sera contro il Messina.

Tanto ci sarebbe ancora da dire per il brutto pareggio contro i siciliani di Di Napoli, ma forse scendere nuovamente in campo dopo pochi giorni fa bene per potersi lasciare alle spalle una prestazione non certo bella e tanto sbiadita.

In questi giorni si è cercato di capire perché tante cose non sono andate bene mercoledì scorso, ma indubbiamente il largo turn over deciso da mister Auteri ha contribuito al mezzo passo falso a causa delle numerose assenze e dei cambi certamente non azzeccati... Tante le assenze importanti e molti gli uomini fuori ruolo. L’allenatore siciliano si è affidato eccessivamente ai giovani, e gli effetti negativi sono stati sotto gli occhi di tutti. A ciò dobbiamo aggiungere che il Messina ha giocato quasi sempre per difendere lo 0-0, spezzettando tantissimo il gioco.

Però la trasferta di Ansia non è certo facile per i giallorossi e non deve trarre in inganno il fatto che dopo le vittorie contro Lecce e Matera la squadra di D’Angelo nell’ultima giornata è stata sconfitta a Pagani. Tra i pugliesi mancherà ancora l’uomo migliore, Morra, che ha ancora bisogno di una decina di giorni di riposo, ma dovrebbero essere recuperati l’esperto Stendardo e l’attaccante Kristo.

Per mister Auteri, che ritorna in panchina dopo aver scontato la giornata di squalifica, ancora problemi per l’attacco, dove dovrebbe recuperare Campagnacci. Naturalmente non ci sarà Cissè, squalificato per tre giornate dopo i fattacci verificatosi mercoledì nella gara contro il Messina. Per il resto sono previsti tanti rientri soprattutto a centrocampo, con De Falco e Del Pinto che dovrebbero tornare a riappropriarsi delle proprie maglie. A guardia della rete ci sarà naturalmente Piscitelli, con Padella, Lucioni e Matera nella difesa a tre. Poi Mazzarani e Melara, o Pezzi, sulle fasce, mentre peril terzetto di punta l’allenatore ha a disposizione soltanto Mazzeo, Campagnacci e Di Molfetta, se non vuole ancora affidarsi a Cruciani che, comunque, attaccante certamente non è.

Come si vede un undici molto diverso da quello schierato contro il Messina.

E’ Francesco Guccini di Albano Laziale il direttore di gara prescelto, che si avvarrà della collaborazione dei romani Antonio Santoro e Stefano Quercia. Si tratta di un quarto anno che va per la maggiore, molto esperto, che fino ad ora ha diretto 50 gare in Lega Pro, con 19 vittorie delle squadre di casa, 13 pareggi e 18 blitz esterni. Sono stati 21 i rigori concessi e 26 i cartellini rossi sventolati. Due i precedenti con il Benevento, entrambi nello scorso torneo, con die 1-1 (Messina - Benevento e Benevento - Juve Stabia). Nessun precedente con l’Andria.

Ecco il programma della quarta giornata:

Martina - Lecce sabato 26 ore15

Casertana - Matera sabato 26 ore18

Foggia - Melfi sabato 26 ore 20,30

Juve Stabia - Paganese sabato 26 ore 20,30

Fidelis Andria - Benevento domenica 27 ore 14

Lupa Castelli Romani - Monopoli domenica 27 ore 14

Catania - Ischia domenica 27 ore 14,30

Messina - Cosenza domenica 27 ore 17,30

GINO PESCITELLI

Altre immagini