Calcio: il Benevento cerca ad Ascoli le conferme viste nel derby contro l'Avellino In primo piano

Per il Benevento sarà oggi decisiva la gara al 'Del Duca' di Ascoli per accedere ai play off.

Alle 15 di questo pomeriggio l'undici di Baroni dovrà confermare le buone cose viste nel derby contro l’Avellino, al di là delle tante assenze che oggi vi saranno in terra marchigiana. A Baroni mancheranno uomini importantissimi come Ciciretti e Buzzegoli, oltre agli oramai soliti Melara, Bagadur e Cissè. Il tecnico toscano sarà chiamato, quindi, ancora una volta ad inventarsi l’undici che scenderà in campo, con alcuni uomini fuori ruolo.

Il difficile viene, quindi ora, per i giallorossi, quando nelle ultime tre gare del torneo (Ascoli, Frosinone in casa e Pisa ancora in trasferta), dovranno cercare di raggiungere l’obiettivo minimo che si è imposto, cioè la partecipazione ai play off. Un fatto assolutamente non scontato, legato  non soltanto ai risultati della 'strega' ma anche di tante altre squadre.

Comunque, la buona gara disputata contro l’Avellino spinge almeno ad essere fiduciosi, soprattutto perchè la squadra sembra essersi ritrovata  dopo un periodo particolarmente negativo.

Questo pomeriggio ad Ascoli ci vorrà lo stesso Benevento visto nel derby, anche se la gara  è forse la più complicata di questo finale di torneo. E su questo in settimana Baroni è stato quanto mai chiaro.

'Ai ragazzi ho fatto i complimenti - ha detto - per come la gara contro l’Avellino è stata interpretata, ed al di là del risultato sono rimasto particolarmente soddisfatto della prestazione offerta. Ora attendo la conferma ad Ascoli, perché i ragazzi hanno capito che in un campionato tanto importante non è concesso a limitarsi a svolgere in compitino ma occorre continuità ed avere sempre l’atteggiamento giusto'.

Non sono molti i precedenti tra Benevento ed Ascoli. Per la prima volta le due squadre si incontrano al 'Del Duca' in serie B, mentre in Lega Pro si sono incontrate cinque volte, con tre vittorie dell’Ascoli, un pareggio ed una sola vittoria della 'strega', quella ottenuta proprio nell’ultimo confronto, tre anni fa. C’è da dire che nel girone di andata l’incontro finì sullo 0-0. Ed oggi al 'Del Duca' i giallorossi troveranno sulla propria strada un ex importante, quell’Andrea Mangoni, che era proprio il  capitano dei giallorossi nell’unica  vittoria ottenuta al 'Del Duca', quella del 13/4/2014 per 3-0.

L’allenatore dei bianconeri marchigiani Aglietti, potrà oggi recuperare Mengoni, il capitano Giorgi ed Augusyn, questo vuol dire che avrà quasi tutti gli uomini della 'rosa' a disposizione, se si eccettua lo squalificato Gigliotti Quindi un Ascoli da affrontare con la giusta concentrazione perché per Benevento occorrerà la classica gara perfetta.

Per Baroni, che oggi festeggerà le 300 panchine, a causa della tante assenze importanti le scelte da fare sono quasi obbligate. L’allenatore ne ha portato in ritiro 25. Tra cui i giovanissimi Rutjens, Fusco, Brignola e Donnarumma.

In porta certamente ci sarà Cragno, mentre i soliti centrali difensivi saranno Lucioni e Camporese, con Padella ancora in panchina. I due esterno bassi dovrebbero essere Gyamfi e Lopez, con Venuti utilizzato da trequartista  dietro a Ceravolo. A centrocampo una maglia certamente l’avrà Chibsah, fra i migliori in campo contro l’Avellino, che potrebbe avere al proprio fianco Eramo. Confermatissimo il 4-3-1-2, con Falco alle spalle di Ceravolo e sulle fasce Venuti ed Eramo, in panchina ci saranno Pajac e Puscas, pronti ad entrare in caso di necessità. Queste le scelte che vengano preannunciate alla vigilia, ma in panchina ci saranno tanti altri centrocampisti.

Per dirigere l’incontro è stato designato un arbitro giovane, alla sua prima esperienza in serie B, dove ha diretto 15 incontri, con 9 vittorie delle squadre di casa, 4 pareggi e 2 soli successi esterni, 5 rigori concessi e 3 espulsi. Si tratta di Marco Piccinini di Forlì, che ha tre precedenti con i  giallorossi, naturalmente tutti in Lega Pro, con due vittorie del Benevento (Benevento - Pontedera 2-0 e Benevento - Akragas 1-0) ed un pareggio, (Pisa - Benevento 2-2). Tre, invece, i precedenti con l’Ascoli, con 1 vittoria, 1 pareggio ed una sconfitta. Il direttore di gara di Forlì è un IV anno, ha diretto 100 gare di cui 15 in B ed 85 in Lega Pro, con uno scorre di 49 vittorie delle squadre di casa, 27 pareggi e 25 successi esterni, 35 rigori concessi e 37 espulsioni. Quali collaboratori di linea sono stati designati Marco Bresmes di Bergamo ed Andrea Tardini di Milano, IV uomo Alessandro Chindemi di Viterbo.

Ecco le gara di 40esima giornata:

▪ Perugia - Spezia 0-0

▪ Ascoli - Benevento sabato 6 ore 15 (Piccinini - Bresmes - Tradino - Chindemi)

▪ Avellino - Bari sabato 6 ore 15 (Marini - Baccini - Dei Giudici - Luciano)

▪ Brescia - Latina sabato 6 ore 15 (Baroni - Citro - Lanotte - Provesi)

▪ Carpi - Salernitana sabato 6 ore 15 (Ros - Chiocchi - Zappatore Aureliano)

▪ Cesena - Novara  sabato 6 ore 15 (Chiffi - De Troia - Cangiano - Cudini)

▪ Frosinone - Trapani sabato 6 ore 15 (Di Paolo - Bindoni - Pagnotta - Strippoli)

▪ Entella - Verona sabato 6 ore 15 (Pezzuto - Borzomì - Grossi - Maggioni)

▪ Spal - Vercelli sabato 6 ore 17,30 (Di Martino - Prenna - Rossi - Andrena)

▪ Vicenza - Ternana sabato 6 ore 15 (Sacchi - Intagliata - Rispollini -D’Apice)

▪ Pisa - Cittadella lunedì 8 ore 20,30 (Nasca - Robilotta - Formato - Marchetti)

Dopo l’anticipo di venerdì sera Perugia - Spezia, si parte con questa classifica:

Spal 74, Verona 69, Frosinone 68, Perugia 61, Benevento (-1) 58, Cittadella 57, Spezia 56, Carpi 55, Bari 52, Entella e Salernitana 51, Novara 50, Cesena 49, Vercelli 47, Avellino (-3), Ascoli e Brescia 45, Trapani 44, Vicenza 41, Ternana 40, Pisa (-4) 34, Latina (-7) 30.

GINO PESCITELLI

Altre immagini