Calcio, il Benevento gioca a Latina con tante incognite In primo piano

Per il Benevento di Baroni questo pomeriggio a Latina (fischio d'inizio alle 15) quarta gara di campionato, ma per mister Baroni tante incognite sulla squadra da schierare, non soltanto perché molti uomini sono in non perfette condizioni fisiche, ma anche per la necessità che martedì bisognerà scendere nuovamente in campo per il turno infrasettimanale (si giocherà alle 20,30) contro la Pro Vercelli. Ed allora bisognerà ponderare bene le varie situazioni di quei giocatori che risultano acciaccati per motivi muscolari.

A ciò bisogna aggiungere che  il “Francioni” di Latina non è uno stadio facile da espugnare, e per giunta i padroni di casa, con un solo punto in classifica, giocheranno con il sangue agli occhi innanzi al proprio pubblico, e soprattutto vorranno far dimenticare la sconfitta  di sette giorni fa nel derby con il Frosinone.

Questo rende ancora più difficile il compito di Lucioni e compagni, che non intendono interrompere l’attuale striscia positiva, ed ai 400 tifosi al seguito vogliono far dimenticare il punto in meno in classifica  inflitto dal Tribunale Nazionale Federale, conseguenza (speriamo che sia l’ultima!) della sciagurata gestione Pallotta. Il presidente Vigorito  ha chiesto scusa ai tifosi per quanto verificatosi (del resto sembra  che il versamento dei contributi Irpef ed Inps dei mesi di gennaio e febbraio scorsi sia avvenuto con un solo giorno di ritardo) ma intanto la realtà è che il Benevento è a -1 in classifica, e difficilmente le cose cambieranno se vi sarà  il ricorso.

Quella di questo pomeriggio sarà la settima gara che il Benevento  gioca a Latina. La prima in serie B, dopo le cinque sfide tra C1 e C2 e l’ultimo confronto in Coppa Italia di Lega Pro. Il bilancio è in perfetta parità, con due successi per parte e due pareggi. Comunque, al “Francioni” già due vittorie per i giallorossi (nell’81/82 il primo blitz con la vittoria per 2-0 poi nell’87/88 la seconda vittoria  questa volta per 2-1) ed ora si tenta il tris. L’ultima trasferta in terra ciociara, invece, il 18 novembre 2012, ed il risultato finale fu di 2-2.

I giallorossi troveranno sul proprio cammino un Latina molto arrabbiato. Dal canto suo mister Vivarini non dovrebbe cambiare, confermando il 3-5-2 e con la possibilità di utilizzare anche  l’ex Roma Corvia.

Per mister Baroni, invece, tanti problemi di formazione, e, forse, anche di modulo da schierare.

Ne ha convocato 21 (compreso il baby Brignola) per la trasferta del “Francioni”, e tra questi non ci sono tre giocatori importanti come  Melara, Ceravolo e soprattutto Falco. Poi,  tanti dubbi per Cissè e Puscas, reduci da infortuni e non hanno i 90’ nelle gambe, e Pajac giunto negli ultimi giorni di calcio mercato.

Praticamente, soltanto la difesa dovrebbe essere confermata, con Cragno in porta e Padella e Lucioni centrali, anche se  Bacadur e Camporese cercano quello spazio che fino ad ora non hanno trovato. Sulle fasce certa conferma per Lopez e Venuti. A centrocampo scontata la riconferma  Buzzegoli, le altre maglie se lo giocano Chisbah, De Falco e Del Pinto. Per il resto, il sostituto di Melara dovrebbe essere Jakimovsky, che anche contro il Verona ha giocato bene, mentre sull’altro lato dovrebbe giocare Ciciretti, quale vice Falco in appoggio a Puscas o Cissè, che dovrebbero alternarsi nel corso dei 90’.

La sfida, alla fine, potrebbe giocarsi  sulle fasce  con Lopez - Jakimovski  su quella sinistra e Venuti - Ciciretti a destra. Da vedere, poi, se Baroni deciderà di continuare con il 4-2-3-1 oppure passare al 4-4-2, infoltendo il centrocampo. Il cambio di modulo è possibile, come pure all’ultimo momento potrebbero esserci novità, con un turnover a causa dei due appuntamenti riavvicinati in pochi giorni (Latina e Pro Vercelli) e le non perfette condizioni di Puscas e Cissè.

Anche oggi a Latina è stato designato un direttore di gara molto esperto, Gianluca Aureliano di Bologna, che  ha tanti precedenti sia con il Benevento che con il Latina. Sono cinque i precedenti con il Benevento (11 -1-2011 Benevento - Barletta 1-2; 6/11/2011  Tritium - Benevento 2-1;  29/472012  Viareggio - Benevento 2-1;  30/9/2012  Carrarese - Benevento 0-1;  3/12/2012  Benevento - Frosinone 0-0) ed altrettanti  quelli con il Latina con quattro sconfitte ed un solo pareggio. Si tratta  di un arbitro che ha ben nove stagioni alle spalle  ben 144 gare dirette, di cui 3 in serie A,  51 in B e 90 in Lega Pro.

Lo score personale dice di 65 vittorie delle squadre di casa, 47 pareggi e 31 vittorie delle compagini in trasferta. Ben 70 i rigori concessi e 13 le espulsioni. Come collaboratori di linea  sono stati designati Gaetano Intagliata di Siracusa e Dario Cecconi di Empoli, quarto uomo Ilario Guida di Salerno.

Questo pomeriggio scenderà in campo anche la Primavera di Ignoffo, che sul terreno di Ponte affronterà il Sassuolo, dopo la sconfitta subita nella prima giornata per 2-1 contro il Cittadella.

Ecco le gare di questa quarta giornata con la “quaterna” arbitrale:

▪ Bari - Cesena 2-1

▪ Carpi - Frosinone 0-0

▪ Salernitana - Vicenza 2-3

▪ Cittadella - Novara sabato  17 ore 15 (Minelli - Bellutti - Muto - Maggioni

▪ H. Verona - Ternana sabato 17 ore 15 (Illuzzi - Bindoni - Pignotta - Perrotta)

▪ Latina - Benevento sabato 17 ore 15 (Aureliano - Intagliata - Cecconi - Guida)

▪ Perugia - Ternana sabato 17 ore 15 (Ghersini - Zappatore - Calicez - La Penna)

▪ Pisa - Brescia sabato 17 ore 15 (Ros - Lanza - Colarossi - Pagliarini)

▪ Spal - V. Entella sabato 17 ore 15 (Baroni - Solicaro - D’Apice - Andreini)

▪ Spezia - P. Vercelli sabato 17 ore 15 (Di Martino - Villa - Grossi - Volpi)

▪ Trapani - Ascoli sabato 17 ore 15 ( Rapuano - Raspolini - La Motta -Pasciuta)

GINO PESCITELLI

Altre immagini