In primo piano - Calcio: il fattore campo deve continuare a far sognare

Calcio: il fattore campo deve continuare a far sognare In primo piano

Ora che ha iniziato a staccare tutte le rivali, il Benevento deve continuare a tenere alto l'ascensore della risalita. Guai a fermarsi!

E quale migliore occasione quella che capita in questa 24esima giornata di campionato ai giallorossi, che questa sera, fischio d’inizio alle 20,30, dovranno affrontare al “Vigorito” il Matera, la squadra che Auteri allenava lo scorso anno portandola ad un passo dalla storica promozione in serie B? Questa volta l’allenatore di Florida siede sulla panchina della “strega” e per la seconda volta sta tentando quel “miracolo” che in Lucania non gli é riuscito . Ed è deciso a non sbagliare!

Dunque, dopo la importante vittoria contro il Monopoli questa sera Lucioni e compagni scendono nuovamente in campo, guardando tutti gli avversari dall’alto in basso e con un vantaggio di tre punti sul Lecce, che nel pomeriggio di oggi sarà impegnato in quel di Ischia. Una passeggiata per i pugliesi in riva al mare della bella isola del golfo? Mai dire mai, anche perché… il pallone è rotondo!

I giallorossi, però, dovranno pensare soltanto al loro cammino e non guardarsi indietro per vedere le inseguitrici. Del resto, a questo punto del torneo non bisogna fare calcoli, e pensare solo a se stessi.

A ciò dobbiamo aggiungere che Lucioni e compagni saranno spinti questa sera dal pubblico delle grande occasioni, come mai avvenuto in questo torneo. Benevento calcistica è in ebollizione, la notturna capita a proposito e, mai come ora, è benedetta per favorire la corsa sugli spalti del “Vigorito”. La prevendita è andata benissimo, l’appello della società, dei giocatori, di Auteri è stati accolto. Insomma, il “miracolo” c’è stato, grazie alla politica della società dei pezzi “stracciati”, alla mobilitazione della Curva Sud e degli stessi giocatori, che hanno fatto il giro della città mettendo bene i n mostra nei negozi gli appelli per accorrere allo stadio nella non facile gara contro il Matera, con manifestini veramente simpatici. Una iniziativa simpatica, come mai in passato si è verificato, e che dimostra il grande feeling che si è venuto a creare tra squadra e tifosi. Anche questo ha contribuito alle lunghe file che si sono create per l’acquisto dei biglietti per la gara di questa sera.

Però, molta attenzione al Matera, che questa sera al “Vigorito” praticamente si giocano l’aggancio alla zona play off. Il Matera, è bene ricordarlo, è la squadra che fino ad ora ha avuto il miglior rendimento esterno, dal momento che finora delle dodici partite giocate in trasferta ne ha vinto cinque, conquistando pure tre pareggi e rimediando quattro sconfitte. Dunque i lucani di Padalino sono da prendere con le classiche molle, avendo conquistato in trasferta diciotto punti ed occupando in classifica la sesta posizione (con 34 punti, che sarebbero 36 senza i due di penalizzazione), subito alle spalle delle cinque squadre che hanno superato quota 40 e si giocano promozione diretta e play off.

L’undici di Padalino giunge al “Vigorito” in buona salute, anche se mancheranno per squalifica il bomber Iannini e Scognamiglio, perno della difesa. Comunque, il Matera al “Vigorito” punta alla conquista dei tre punti, ed in attacco si affiderà ad Infantino ed Albadoro, che non sono gli ultimi arrivati. L’allenatore dei lucani dovrebbe ancora affidarsi al più classico 4-4-2, con Ingrosso e Piccinini in difesa e Di Lorenzo e Tomi sulle fasce, De Rose, Armellino, Casoli e l’ex giallorosso Carretta a centro campo, quindi Infatino ed Albadoro in attacco.

Da parte sua Auteri ha pochi problemi non avendo né infortunati né squalificati. Anzi potrà contare sui rientri di Mucciante e soprattutto Melara, che hanno scontato il turno di squalifica. Qualche problemino fisico per Cissè e Mazzeo, sempre tra i migliori in questo periodo, che comunque dovrebbero essere normalmente in campo. Quindi, per il tecnico siciliano praticamente “rosa” al completo e soltanto qualche problema di scelta. Certo, comunque, il rientro di Melara sulla fascia destra del centrocampo, con Troiani che partirà dalla panchina. Per il resto, anche Mucciante dovrebbe riprendersi la sua maglia in difesa, nella difesa a tre accanto a Lucioni e Pezzi. Naturalmente inamovibili i due centrocampisti Del Pinto e De Falco, con Lopez e Melara sulle fasce. In attacco le “bocche di fuoco” Mazzeo, Cissè e Ciciretti, con Marotta pronto a dare il suo contributo. Tutti gli altri in panchina, al fianco di Auteri.

Uno sguardo ai precedenti tra le due squadre. In passato Benevento e Matera si sono incontrate 28 volte, con 11 vittorie del Matera, 10 del Benevento e 7 pareggi. Nello scorso torneo le due squadre tornarono ad affrontarsi dopo tanti anni, ben 17, ed al “Vigorito” la gara finì 0-0 mentre al ritorno il Benevento perse 2-1 e la sconfitta costò la panchina a Brini. L’ultima vittoria del Benevento in casa contro il Matera è datata ben 20 anni fa con un 3-1 (reti di Aruta, Iscaro e Maiellaro).

A dirigere la gara è stato designato il IV anno Francesco Guccini di Albano Laziale, un arbitro tra i migliori della categoria e molto esperto, che fino ad ora ha diretto 59 gare in Lega Pro con 21 successi delle squadre di casa, 15 pareggi e ben 23 blitz esterni. Sono stati 23 i rigori concessi e 26 i cartellini rossi “sventolati”, a dimostrazione che si tratta di un arbitro severo che non ammette il gioco duro. Già tre volte ha diretto il Benevento con una vittoria e due pareggi (nello scorso torneo Benevento - Messina 1-1 e Juve Stabia - Benevento 1-1, ed in questo campionato Andria - Benevento 0-1 con rete di Ciciretti), mentre un solo precedente con il Matera (Salernitana - Matera 0-1, nello scorso torneo). Come collaboratori di linea sono stati designati Daniele Stazi di Ciampino e Matteo Benedettino di Bologna.

Ecco le gare di questa 24esima giornata:

Ischia - Lecce sabato 27 ore 14

Catania - Casertana sabato 27 ore15

Martina - Catanzaro sabato 27 ore 20,30

Benevento - Matera sabato 27 ore 20,30

Cosenza - Juve Stabia domenica 28 ore 14

Akragas - Paganese domenica 28 ore 14,30

Melfi - Monopoli domenica 28 ore 15

Foggia - Lupa Castelli Romani domenica 28 ore 15

Messina - Andria domenica 28 ore 16,30

GINO PESCITELLI

Altre immagini