In primo piano - Calcio, per il Benevento contro il Carpi una trasferta quasi proibitiva

Calcio, per il Benevento contro il Carpi una trasferta quasi proibitiva In primo piano

Questa sera (fischio d'inizio alle 20.30, naturalmente innanzi alle telecamere di Rai e Sky) per il Benevento una trasferta difficile, forse come peggio non poteva capitare già alla seconda giornata di campionato, e con Baroni. che dovrà fare a mano di pedine importanti tra convocati per le Nazionali, squalifiche ed infortuni.

Al “Braglia” di Modena, Lucioni e compagni dovranno affrontare il Carpi di Castori, una delle squadre che un po’ tutti danno tra le pronosticate per il ritorno in serie A, dopo una stagione di serie cadetta. Basta questo per far capire quando sia difficile l’impegno dei giallorossi, ed infatti nelle varie scommesse una vittoria o un pareggio della “strega” viene quotato pochissimo.

Tocca ai giallorossi invertire il pronostico, ed a tal proposito mister Baroni è fiducioso, e ripete che nella difficile trasferta la sua squadra non parte battuta.

Qualche numero sulla gara di questa sera, anche se è decisamente presto considerare Carpi - Benevento una sfida vertice:  si scontreranno due tra le cinque squadre che hanno vinto la prima partita stagionale, e due tra le tre (l’altra è il Frosinone) che hanno concluso i primi 90’ senza incassare gol. Comunque, le statistiche ci dicono che la gara potrebbe essere piena di reti. Il Carpi, infatti, va sistematicamente in gol da 11 partite interne di seguito (l’ultima partita senza reti risale allo 0-0 con il Milan lo scorso 6 dicembre), mentre il Benevento segna da ben 22 partite consecutive ed i sanniti detengono l’attuale record (dalla Serie A alla Lela Pro). L’ultimo match dei giallorossi senza gol  resta lo 0-0 del 28 novembre 2015 con il Cosenza, mentre l’ultima trasferta senza reti all’attivo è lo 0-0 di Ischia del 21 novembre 2015.

Due i precedenti tra Carpi e Benevento, che si sono affrontate in  Lega Pro 2011/2012, che vide il Carpi classificarsi al terzo posto, per poi perdere con la Pro Vercelli la finale promozione (in quella occasione il Benevento concluse al sesto posto il torneo). Il doppio confronto vide la vittoria del Carpi al “Vigorito” (all’epoca “Santa Colomba) per 0-1,  quindi il pareggio per 1- 1 (rete di Cia) al ritorno in Emilia.

Poi, un altro dato: questa sera Baroni affronterà il collega più anziano della categoria, quel Castori che ha ben 62 anni, ed è l’allenatore che vanta di gran lunga più tornei e più panchine tra i cadetti (12 stagioni in serie B, con ben 327 panchine).

C’è da dire che per la gara di questa sera il Benevento troverà un Carpi quasi al gran completo, dal momento che Castori potrà contare sul rientro di  Blanchard. Sarà indisponibile Sabbione, ma questo non dovrebbe essere un problema, dal momento che i giallorossi affronteranno una squadra esperta e di grande fisicità, che gioca insieme da anni e con caratteristiche particolari.

Da parte sua mister Baroni dovrà rinunciare a giocatori importanti come il portiere Cagni impegnato con la Nazionale B, l’attaccante Puscas che giocherà con la Under 21 del suo paese, i centrocampisti De Falco (squalificato) e Del Pinto (infortunato). Tra i 21 convocati c’è invece Cissè, che però partirà dalla panchina.

Per quanto riguarda la formazione, certamente ci saranno novità rispetto alla gara vinta contro la Spal.

Innanzitutto in porta ritornerà Ghigo Gori, con Piscitelli in panchina, mentre la linea difensiva a quattro dovrebbe essere formata da Lucioni, Bacadur (che dovrebbe essere preferito a Padella), quindi Venuti e Lopez. A centrocampo certo l’esordio dell’ultimo arrivato Buzzegoli, che dovrebbe far coppia con Chisbah o Pajac, con Melara e Ciciretti in aiuto. Quindi in attacco Falco e Ceravolo. In panchina, oltre a Piscitelli, dovrebbero andare Padella, Gyamfi, Pezzi,  Jakimovski, Cissè, ed i giovani Volpicelli e Brignola.

A dirigere Carpi - Benevento è stato designato un esordiente in serie B. Si tratta di Niccolò Baroni di Firenze, che ha due precedenti con il Benevento (17/11/2013  pareggio per 2-2 all’Aquila  con reti di Evacuo e Di Deo, quindi 23/11/2014 Benevento - Lecce 1-2). Il direttore di gara fiorentino è un quarto anno che ha diretto 74 incontri in Lega Pro con 27 vittorie della squadre di casa, 25 pareggi e 22 successi delle compagini in trasferta. Si tratta di un direttore di gara molto severo, che ha concesso 17 rigori e comminato ben 48 espulsioni. A collaborare con Baroni sono stati designati Mirko Olivieri di Palermo e Damiano Morgani di Latina, IV uomo Andrea Zanonato di Vivenza.

Ecco le gara in programma per questa seconda giornata, con la rispettiva “quaterna” arbitrale:

▪ Brescia - Frosinone sabato 3 ore 18.00 (2-0)

▪ Perugia - Bari sabato 3 ore 20.30 (2-0)

▪ Cittadella - Ternana sabato 3 ore 20.30 (0-1)

▪ Ascoli - Cesena (rinviata)

▪ Carpi - Benevento domenica 4 ore 20.30 (Baroni - Olivieri - Morgani - Zanonato)

▪ Latina - Spezia domenica 4 ore 20.30 (Sacchi - Belluti - Paguezza - Padini)

▪ Pisa - Novasa domenica 4 ore 20.30 (Ghersini - Baccini - Lanotte - Cipriani)

▪ Salernitana - Hellas Verona domenica 4 ore 20.30 (Panzani - Zappatore - Intragliata- Martinelli)

▪ Spal - Vicenza domenica 4 ore 20.30 ( Nesci - Prenna - Sechi - Messinei

▪ Trapani - Pro Vercelli domenica 4 ore 20.30 (Illuzzi - Siricaro - Colarossi - Fourucau)

▪ Virtus Entella - Avellino domenica 4 ore 17.30 (Di Martino - Raspollini - Mutu - Pietropaolo).

GINO PESCITELLI

Altre immagini