Calcio: per il Benevento due derby ravvicinati In primo piano

La settimana di Pasqua obbliga i giallorossi a fare gli straordinari, con due derby che si presentano molto pericolosi per l'attuale capolista. Questo pomeriggio (fischio d'inizio alle 15) si inizia al “Marcello Torre” di Pagani contro l’undici di Grassadonia, poi mercoledì 23 (sempre alle 15) appuntamento al “Menti” di Castellamare per affrontare la Juve Stabia.

Due appuntamenti riavvicinati per la truppa di Auteri, che dovrebbe  sfidare la legge del turnover, anche perché la “rosa” a disposizione è molto corta. Al massimo potrà contare sul rientro  di Mazzeo, disponibile ma con una autonomia limitata, ma nello stesso tempo ha perso Campagnacci per almeno tre settimane, dopo l’infortunio muscolare  di cui è rimasto vittima proprio negli ultimi minuti della gara contro la Casertana. Per lui uno stiramento che l’obbliga al riposo  e ad allenamenti differenziati.

Comunque, la roboante vittoria contro0 la Casertana, che tanto ha fatto discutere, è oramai dietro la porta e non c’è tempo per cullarsi sui ricordi. Questo pomeriggio i giallorossi saranno di scena sull’ostico “Marcello Torre” di Pagani, ed è evidente che   si tratta di una gara da affrontare  con la massima concentrazione. Sia la partita di questo pomeriggio che quella di mercoledì a Castellamare saranno verifiche importanti e nulla potrà essere lasciato al caso. Bisogna stringere i denti ed affrontare  con la giusta determinazione le due gare ravvicinate per cercare di non perdere la testa della classifica. Poi ci sarà qualche giorno di riposo in attesa del quarto derby consecutivo,  quello di fine marzo contro l’Ischia, questa volta al “Vigorito”.

 E, come abbiamo scritto prima, Auteri  dovrà chiedere un sacrificio doppio  a Lucioni e compagni, dal momento che pochi potranno essere i cambi per le due gare. Molta attenzione dovrà essere fatta questo pomeriggio ai cartellini gialli, dal momento che sono molti i diffidati che potrebbero saltare la successiva gara contro la Juve Stabia.

Si inizia, quindi, questo pomeriggio al “Marcello Torre” di Pagani, contro l’undici di Grassadonia, un appuntamento che certamente è da non sottovalutare. Del ret5o, proprio alla vigilia l’allenatore degli azzurro-stellati ha rinnovato il contratto anche per il prossimo anno, e ciò significa che sta volgendo un buon lavoro. Per quanto riguarda la squadra non si registrano defezioni ed anche Caccavallo, che attualmente comanda la classifica dei cannonieri,  sarà normalmente in campo dopo aver svolto nei giorni scorsi lavoro differenziato. Stesso discorso per il centrocampista Deli, che aveva saltato l’ultima  trasferta a Cosenza per infortunio. Quindi, oggi Paganese al gran completo  nel derby che si preannuncia molto infuocato, anche perché la società ha indetto una giornata particolare e quindi i tifosi dovrebbero accorrere in massa  a spingere i giocatori.

Da Benevento  sono previsti un 500 tifosi, anche perché lo spazio riservato agli ospiti non permette di accoglierne di più.

Auteri  dovrebbe confermare la stessa formazione che ha “passeggiato” contro la Casertana. Del resto squadra che vince non si tocca ed a dire  la verità tutti meritano la riconferma. Quindi Gori in porta, con Mattera, Pezzi e Lucioni nella difesa a tre, poi De Falco e Del Pinto a centrocampo con Melara e Lopez sulle fasce, ed in attacco Marotta, Ciciretti e Cissè. In panchina tutti gli altri, compreso Mazzeo.

Ad arbitrare la gara è stato designato un “fischietto” molto giovane, di appena 33 anni, cioè  Luigi Rossi della sezione di Rovigo. Ha diretto  fino ad ora appena  18 gare in Lega Pro, co n 11 successi interni e 6 pareggi, mentre in una solla circostanza  si è verificata  la vittoria delle squadre in trasferta. Occhio ai cartellini ed ai rigori: fino ad ora sono stati 10 i “rossi” estratti, quasi uno a partita, ed 8 i tiri dal dischetto assegnati. Quindi, un direttore di gara molto pericoloso per il Benevento, quasi sempre casalingo, e bene avrebbe fatto il designatore  Giannocchero ( guarda caso di Lecce, e la cosa è stata sotto0lineata in modo negativo da Auteri) ad affidare il derby ad un  arbitro più esperto. Il Benevento ha incontrato l’arbitro di Rovigo una sola volta, precisamente  in questa stagione nella trasferta  di Ischia, terminata con il risultato di 0-0. Un solo precedente anche con la Paganese, che può essere definito beneaugurante, dal momento  che gli uomini di Grassadonia riuscirono a fermare il Lecce sull’1-1.

Assistenti di linea sono stati designati Ruben Liberato Angotti di Lamezia Terme e  Marco Scatragli di Arezzo.

Ecco  il programma delle gare di questo  ventisettesimo turno di campionato:

▪ Lupa Castelli Romani - Cosenza  sabato19 ore 14

▪ Messina - Melfi  sabato 19 ore 15

▪ Benevento - Paganese  sabat6o 19 ore 15

▪ Foggia - Ischia sabato 19 ore 17,30

▪ Juve Stabia - Matera sabato 19 ore 20,30

▪ Akragas - Catania domenica 20 ore 14,30

▪ Fidelis Andria - Monopoli domenica 20 ore 15

▪ Martina - Casertana domenica 20 ore 17,30

▪ Lecce - Catanzaro lunedì 21 ore 20 RAI

GINO PESCITELLI

Altre immagini