In primo piano - Calcio. Per il Benevento inizia a Caserta il mese dei derby

Calcio. Per il Benevento inizia a Caserta il mese dei derby In primo piano

Quello di novembre sara' per il Benevento il mese dei derby. L'inizio domani, domenica, al 'Pinto' di Caserta (fischio d'inizio alle 14) contro l'attuale capolista del girone C, poi il 7 al 'Vigorito' notturna contro la Paganese, lunedì 16 ancora notturna al 'Vigorito' questa volta contro la Juve Stabia innanzi alle telecamere della Rai, in chiusura il 22 trasferta ad Ischia.Infine, l’ultima domenica del mese sempre al 'Vigorito' sarà di scena il Cosenza.

Un mese veramente terribile per la 'truppa' di Auteri (che domenica a Caserta sconterà la terza giornata di squalifica dal momento che il Giudice Sportivo per lui non è stato per niente clemente), se consideriamo che mercoledì prossimo al 'Vigorito' dovrà affrontare il Melfi (inizio alle 18) per l’impegno di Coppa Italia. L’occasione buona per poter vendicare la cocente sconfitta subita qualche settimana fa in Lucania.

Occhi puntati, per ora, sul derby di domani al 'Pinto' di Caserta, che si presenta davvero difficile per Lucioni e compagni. E questo non soltanto perché la 'strega' se la dovrà vedere con i primi sella classe.

Sono sufficienti alcuni numeri: in trasferta il Benevento ha segnato solo due reti (con De Falco e Ciciretti), mentre al 'Pinto' il portiere della Casertana Gragnaniello non ha mai subito reti. Pronostico chiuso per i giallorossi? Così sembrerebbe, ma si sa che… il pallone è rotondo. Ed un’altra cosa vogliamo ricordare: degli attuali 15 punti il Benevento in trasferta ne ha conquistato soltanto 5, quindi domani al 'Pinto' ci vorrà la classica partita perfetta per cercare di uscire indenni.

Lo stadio casertano fino ad ora è stato sempre particolarmente avaro per il Benevento, che ha ottenuto soltanto tre successi (un 3-2 nel campionato 1930/1931, poi nel campionato 1947/1948 un successo per 2-1, infine, più recentemente, addirittura un 4-1 nel torneo 1996/1997). Per il resto 11 sconfitte per i giallorossi ed 8 pareggi, compreso quello ottenuto nello scorso torneo.

Quella di domani sarà anche la partita degli ex. Con i padroni di casa scenderanno in campo gli ex giallorossi Negro. Mancosu, Agiey, Rajcic ed Alfageme, mentre nel Benevento ci sono Bianco, Cruciani ,Marano, Cissè, Mattera , la scorsa stagione tra le fila dei 'falchetti'.

Un motivo in più per rendere il derby ancora più elettrizzante.

Naturalmente, Casertana, almeno sulla carta, favorita, anche se l’allenatore del Benevento, Auteri, alla vigilia è stato molto chiaro: andiamo a Caserta per cercare di spiccare il volo definitivo.

I giallorossi, però, troveranno una Casertana in grande salute con mister Romaniello che ha pochi problemi di formazione. Ha recuperato anche Murolo in difesa ed in attacco si affiderà alla collaudata coppia Negro-Alfageme. A centrocampo tornerà il trio Agyei, Capodaglio, Mancosu.

Anche Auteri ha quasi tutti gli uomini a disposizione, e soltanto Vitiello e Marano non sono utilizzabili. Per l’allenatore, quindi, soltanto problemi di scelte, con la possibilità che possa cambiare qualcosa in attacco, fino ad ora particolarmente sterile se consideriamo che nessun attaccante figura nella classifica dei cannonieri. Alla fine qualche novità potrebbe esserci, ma gli uomini a disposizione sono quelli che sono, e miracoli il tecnico non può farne. Al 'Pinto' Auteri non dovrebbe rinunciare al suo abituale 3-4-3, con Piscitelli a guardia della rete, Lucioni, Padella e Mattera in difesa, De Falco e Del Pinto centrali con Melara e Mazzarani sulle fasce, quindi in attacco dovrebbe insistere sull’ex Cissè con ai lati Mazzeo e Marotta. Anche se, alla fine, qualche cambiamento potrebbe anche esserci, con l’inserimento di Di Molfetta o Cruciani.

Ad arbitrare la gara è stato designato una 'giacca nera' particolarmente esperta, trattandosi in un derby che si presenta abbastanza infuocato sul campo e sugli spalti. Si tratta del V anno Andrea Tardino di Milano, che fino ad ora ha diretto ben 67 gare in Lega Pro, con 33 vittorie dei padroni di casa, 19 pareggi e 15 blitz delle compagini in trasferta. Sono stati 24 i rigori concessi e ben 32 le espulsioni, quindi un arbitro di polso che non permette il gioco duro. Due i precedenti con i giallorossi con altrettante vittorie (Benevento - Viareggio 3-2 con le reti di Melara. Mancosu e Campagnacci e Benebvento- Casertana 1-0 dello scorso anno con la rete di Marotta). Due anche i precedenti per la Casertana, con due sconfitte. Collaboratori di linea sono stati designati Marco Bresnes e Francesco Semperboni entrambi di Bergamo.

Ecco le gare di questa nona giornata:

Lupa Castelli Romani - Akragas sabato 31 ottobre ore 15 a Rieti

Paganese - Cosenza sabato 31 ottobre ore 17,30

Martina Franca - Melfi sabato 31 ottobre ore 20,30

Casertana - Benevento domenica 1 novembre ore 14

Catanzaro - Matera domenica 1 novembre ore 15

Fidelis Andria - Ischia domenica 1 novembre ore 15

Foggia - Messina domenica 1 novembre ore 17,30

Juve Stabia - Catania domenica 1 novembre ore 17,30

Lecce - Monopoli lunedì 2 novembre ore 20 RAI

GINO PESCITELLI

Altre immagini