Calcio: per il Benevento l'esordio a Rieti In primo piano

Sara' il manto verde dello stadio 'Centro Italia Scopigno' di Rieti ad ospitare domani (fischio d'inizio alle 15) il via al nuovo campionato della 'strega', dopo che alla prima, domenica scorsa, si è avuto il logico ed obbligatorio rinvio della gara dei giallorossi.

E c’è da dire che la Lega Pro è sempre più in preda alla confusione più totale in seguito ma ricorsi, processi, cancellazioni e ripescaggi. Ora si è deciso che la prima gara, Benevento - Messina, non sarà più recuperata mercoledì 16 bensì mercoledì 23, con fischio d’inizio alle 18. C’è da chiedersi: quanta gente a quell’ora potrà essere presente sugli spalti del 'Vigorito' in una giornata lavorativa? Per il Benevento, calcisticamente parlando, cambia poco o niente perché dovrà sempre disputare tre partite in sette giorni (Foggia e Messina al 'Vigorito' ed Andria in trasferta), ma indubbiamente l’inizio del torneo appare a dir poco falsato.

Domani, comunque, finalmente si scende in campo dopo ben due mesi di preparazione, conditi da una sola gara ufficiale (quella contro la Cuoiopelli che ha fatto registrare l’uscita immediata dei giallorossi dalla Coppa Italia Tim) e da tante amichevoli contro squadre di bassa levatura. Fino ad ora, nessuno capisce perchè nessun confronto con compagini di categoria pari o maggiore, e ciò fa aumentare le attese per la partita di esordio a Rieti. Resta da vedere quale Benevento sarà quello che schiererà domani mister Auteri, al suo esordio ufficiale sulla panchina giallorossa dopo aver scontato gli 80 giorni di squalifica per i noti fatti di Nocera. Invece, nulla da fare per Ghigo Gori dal momento che per lui la squalifica terminerà il 2 ottobre, come pure non potranno esserci Marano e Di Molfetta, che dovranno scontare rispettivamente una e due giornate di stop obbligatorio.

Avversario dei giallorossi la Lupa Castelli Romani (che disputa a Rieti le gare interne) che nella prima giornata è stata sconfitta ad Ischia con il minimo scarto. Una gara da affrontare con la massima concentrazione dai giallorossi, dal momento che gli amarantocelesti di Galluzzo sono una squadra giovane che corre tanto ed applica un buon calcio, anche se manca della necessaria esperienza. Obiettivo dei padroni di casa cari al presidente Marco Amelia riscattare il brutto esordio di Ischia e dare una bella soddisfazione ai propri tifosi. La squadra romana applica un 4-3-3 che potrebbe creare difficoltà alla difesa beneventana e l’allenatore ha quasi tutti gli uomini a disposizione, compreso Crescenzo e Mancini, con l’assenza del solo Kovosan. Non ci sarà, invece, l’ultimo arrivato Aquaro, per il quale non è ancora arrivato il transfert internazionale.

Di contro per la gara di esordio sarà certamente un Benevento incerottato a causa di squalifiche e tanti infortuni. A Rieti scenderà in campo in piena emergenza soprattutto in attacco, dove Auteri per il suo tradizionale tridente ha a propria disposizione soltanto Mazzeo e Ciciretti, ai quali dovrebbe aggiungersi Cruciani. Assenti certamente Cissè e Di Molfetta, mentre Marotta e Campagnacci a stento potranno andare in panchina per giunta in cattive condizioni fisiche ed atletiche. A guardia della rete certamente ci sarà Piscitelli (con Calvaruso in panchina), mentre la linea a tre difensiva dovrebbe essere formata da Padella, Lucioni e Mattera.

E’ il centrocampo il reparto meno problematico da mettere su per l’allenatore siciliano, dal momento che sono tanti gli uomini a disposizione per le quattro maglie da assegnare. Potrebbe essere utilizzato sulla fascia anche Troiani, reduce dalla Nazionale Under 20. Comunque, il reparto centrale potrebbe essere formato da De Falco, Mazzarani, Del Pinto e Vitiello , con tutti gli altri nella 'panchina lunga' che quest’anno sarà formata da ben dodici giocatori. Quindi, tante le scelte che potranno essere fatte nel corso della gara per i tre tradizionali cambi.

Direttore di gara è stato designato Niccolò Pagliardini di Arezzo, che si avvarrà dei collaboratori di linea Marco Pancioni di Arezzo e Federico Granci di Città di Castello. Un solo precedente per la 'giacca nera' di Arezzo con il Benevento, che si riferisce al 5 gennaio 2014, quando i giallorossi pareggiarono per 1-1 a Pagani grazie alla rete di Altinier. Preoccupa lo score di Pagliardini che ha diretto 44 incontr in Lega Pro con ben 25 vittorie delle squadre di casa, 13 pareggi e soltanto 6 vittorie delle compagini in trasferta. Sono stati 18 i rigori concessi e 22 le espulsioni.

A questo punto non resta che incrociare le dita ed attendere il fischio d’inizio per il nuovo torneo.

Ecco le gare in programma per domani, che si svolgeranno (finalmente!!!) tutte di domenica:

Casertana - Melfi ore 20,30

Andria- Matera ore 17,30

Foggia - Catanzaro ore20,30

Lupa Castelli Romani - Benevento ore 15,30

Martina - Paganese ore 15

Juve Stabia - Lecce ore 20,30

Rinviate le gare Agragas - Monopoli, Messina - Ischia e Catania - Cosenza-

GINO PESCITELLI

Altre immagini