In primo piano - Calcio, per il Benevento un successo con tanta sofferenza

Calcio, per il Benevento un successo con tanta sofferenza In primo piano

Dopo la splendida vittoria del 'San Nicola' di Bari, certamente ci si attendeva qualcosa di più dai giallorossi, che al 'Vigorito' ospitavano un Novara, che certamente ha fatto la sua bella figura e forse avrebbe meritato qualcosa di più.

Alla fine il Benevento ha ottenuto il settimo risultato utile consecutivo grazie ad una rete di Chibsah allo scadere del primo tempo, ma ha sofferto tantissimo un Novara che in molte occasioni ha creato problemi all’undici di Baroni.

Protagonista della giornata è stato senz’altro il portiere giallorosso Cragno, che ha effettuato tre o quattro interventi miracolosi, dimostrando di essere  veramente l’elemento in più della 'strega'.

E qualcuno già trema pensando che domenica, nella trasferta di Salerno, Cragno non ci sarà perché impegnato con la Nazionale Under 21, di cui meritatamente è il titolare della maglia n. 1, ed a guardia della rete il suo posto verrà preso da Ghigo Gori, un ex ancora oggi tanto amato al 'Vestuti' di Salerno.

Venendo alla gara contro il Novara c’è da dire che sugli spalti c’era anche il presidente della Lega di serie B Abodi, che ha potuto apprezzare lo spettacolo che offrono i tifosi, e nello stesso tempo si è congratulato con i dirigenti per l’organizzazione.

Contro il Novara certamente non si è visto il solito Benevento. Mister Baroni ha insistito con il  4-4-2, ma questa volta si è capito subito che Ceravolo e Cissè non erano in giornata. Più del necessario si è sentita l’assenza di Falco, che ancora non si è ristabilito dopo l’infortunio muscolare e Baroni non lo ha portato neanche in panchina. 

Ora si spera che il giocatore possa essere recuperato per la trasferta di domenica prossima a Salerno, casomai insieme a De Falco, anche lui assente contro i piemontesi.

L’allenatore toscano praticamente  ha fatto scendere in campo la squadra del secondo tempo di Bari, con Cissè al posto di Pajiac. Nella ripresa, visto che le cose non andavano troppo bene, ha sostituito Cissè con Jakimovski e Ceravolo con Del Pinto, rinunciando praticamente a tutte e due le punte  ed avanzando la posizione di Ciciretti. Poi, nel finale c’è stato anche l’esordio di Camporese al posto di Melara, avendo capito che la squadra stava soffrendo tantissimo.

Decisione, questa, quanto mai opportuna, dal momento che dopo cinque minuti di recupero ed altri miracoli di Cragno alla fine i giallorossi sono riusciti a portare a casa una importantissima vittoria, anche perché ora ci sono due trasferte (a Salerno e contro l’Entella) davvero molto molto difficili.

Per i due appuntamenti ci si augura che l’allenatore possa recuperare qualcuno degli infortunati, perché le assenze di Falco, De Falco e Puscas stanno creando molti problemi.

GINO PESCITELLI

Foto Agenzia Russo

Altre immagini