In primo piano - Calcio Serie A, con il minimo sforzo l'Udinese supera il Benevento

Calcio Serie A, con il minimo sforzo l'Udinese supera il Benevento In primo piano

Non ha dovuto sudare certamente molto l'Udinese di Oddo per mandare a casa il Benevento con l'ennesima sconfitta (siamo oramai giunti a quota quindici). Praticamente i bianconeri di Udine hanno saputo sfruttare le uniche due occasioni da rete avute, mentre da parte sua il Benevento quasi mai è riuscito ad impensierire in modo serio il portiere di casa Bizzarri. Gli attaccanti giallorossi mai sono riusciti a “pungere” in modo convincente, e soltanto con tiri dei centrocampisti hanno creato qualche problema ai friulani. Praticamente si è visto il Benevento “vecchia maniera”, che ha dimostrato di aver subito dimenticato la buona prestazione disputata contro il Milan che aveva permesso di conquistare il primo, misero, punticino.

Ed al termine della gara anche l'allenatore De Zerbi non ha potuto fare altro che dichiarare di non sapersi spiegare la brutta prestazione della squadra.

Al “Dacia Arena” si è vista una gara noiosa, tra due squadre che hanno dimostrato di avere tantissimi problemi, e se alla fine l'Udinese ha vinto è stato soltanto grazie alla pochezza del Benevento, che è andato in svantaggio dopo appena cinque minuti (il raddoppio dei padroni di casa a cinque minuti dalla fine del primo tempo), poi non ha saputo più reagire, come sempre avvenuto in passato. Mai una occasione per cercare di riaprire la gara, nonostante l'ingresso in campo di Armenteros al fianco di Puscas, che ha sostituito Parigini. Poi negli ultimi minuti si è rivisto anche Ciciretti, a causa di un infortunio (l'ennesimo) subito da Antei.

Per cercare di bloccare sul nascere i padroni di casa, De Zerbi ha apportato qualche cambiamento alla formazione annunciata, rafforzando la difesa con l'innesto di Djimsiti sulla fascia, al fianco dei due centrali  Antei e Costa. Sull’altra fascia ha agito Letizia, mentre il centrocampo era formato da Chibsah (nel finale sostituito da Gyamfi), Del Pinto e Memushaj. Riconfermati sulle fasce D'Alessandro e Parigini, mentre in attacco ha operato il solo Puscas, prima di essere affiancato da Armenteros.

Intanto per cercare di non lasciare nulla di intentato per ottenere una salvezza che si allontana sempre di più si tenta di correre ai ripari. E' sempre in prova De Ceglie (una decisione definitiva sul tesseramento potrebbe essere presa in settimana), mentre sul “mercatoestero” si è avuta una missione lampo di Pasquale Foggia (Ds delle Giovanili) in Polonia per vedere alla prova e prendere contatti con il brasiliano Guilherme Costa Marques che milita nel Legea. Esterno offensivo d'attacco (classe 1991), l'atleta brasiliano milita da 5 anni nel club polacco con cui ha vinto tre campionati e due coppe nazionali, con 147 gare disputate e 19 reti segnate. C'è da dire che a gennaio scade il suo contratto con il Legea, ha già fatto sapere che non lo rinnoverà, per cui già forse prima di Natale potrebbe venire a Benevento e cominciare ad allenarsi con De Zerbi. Sembra che un accordo sia stato già raggiunto sia con il giocatore che con il suo procuratore. Comunque, radio-mercato fa sapere che il Benevento vorrebbe riportare in giallorosso il difensore Bonifaz mentre si sta lavorando anche sul mediano Acquah, entrambi di proprietà del Torino.

Per domenica prossima una gara di fondamentale importanza  per i giallorossi, dal momento che al “Vigorito” sarà di scena la Spal (fischio d'inizio alle 18). Conquistare la prima vittoria è quasi un obbligo!

GINO PESCITELLI

Altre immagini