In primo piano - Calcio Serie A, finalmente al ''Vigorito'' si è visto il colpo della ''strega''

Calcio Serie A, finalmente al ''Vigorito'' si è visto il colpo della ''strega'' In primo piano

Questa volta per il Benevento certamente non c’erano alternative: conquistare i tre punti nella sfida contro il Crotone di Walter Zenga per cercare di tenere ancora accesa una piccola fiammella sulla permanenza in serie A. Discorso, questo, sempre maledettamente difficile, ma si sa che fino alla fine c’è sempre da sperare.

Quasi al 90’ la terza vittoria casalinga è venuta grazie a Diabatè, al proprio esordio in giallorosso, ed è stata festa grande al “Vigorito” in una gara  che era iniziata nel segno di Carmelo Imbriani con una scenografia da brividi messa su dalla magnifica Curva Sud. E certamente da lassù l’ex capitano giallorosso sarà rimasto felice, e forse avrà preso la squadra per la mano portandola alla conquista degli importantissimi tre punti.

Come nelle previsioni la gara è stata molto bella, combattuta fino alla fine, con il risultato in dubbio fino al triplice fischio dell’internazionale Rocchi. I giallorossi hanno avuto ragione sui pitagorici grazie alle reti di Sandro, Viola e Diabatè, ma il Crotone è stato sempre in partita e le due segnature le ha pienamente meritate, trovando però sulla propria strada un Benevento mai domo, che assolutamente voleva conquistare i tre punti in palio.

E c’è  subito da dire che si è visto un Benevento dal grande carattere, che ha combattuto su ogni pallone, grazie soprattutto ai nuovi arrivati nel calciomercato di gennaio che hanno completamente cambiato il volto della squadra. E per questo è grande il rimpianto per come la “rosa” era stata costruita da Di Somma e Baroni a luglio ed agosto. A questo punto tentare la permanenza nella massima serie sarebbe un vero e proprio miracolo.

Anche contro il Crotone De Zerbi ha insistito con il 4-2-3-1, sebbene abbia dovuto rinunciare agli infortunati Cataldi e Guillerme. Nella difesa a quattro c’è stato l’esordio di Tosca al fianco di Djimsiti, con i soliti Letizia e Venuti sulle fasce. A centrocampo hanno brillato Viola, ma soprattutto Sandro, che anche contro il Crotone ha dimostrato di essere l’uomo squadra, e questa volta è andato anche a rete cercando anche il bis in tantissime occasioni. Ottima anche la prestazione di Viola, anche lui  nell’elenco dei marcatori. Quindi Parigini, Djuricic e Brignola a dare una mano all’unica punta Coda. Ad inizio della ripresa si è visto in campo anche Sagna che ha preso il posto di Letizia, poi nel corso della ripresa si è rivisto Iemmello per Parigini, mentre Diabitè, l’eroe della giornata, ha preso il posto di Djuricic.

Insomma De Zerbi ancora una volta ha avuto ragione, sta inserendo poco alla volta tutti i nuovi, perché giunti nel Sannio dopo lunghe assenze. E c’è da dire che soprattutto Tosca, Sandro e Sagna stanno dimostrando di essere giocatori di altra categoria, che stanno prendendo la squadra per mano.

Con la vittoria contro il Crotone il Benevento ha finalmente raggiunto la doppia cifra (10) in classifica, avvicinando la Spal sconfitta a Napoli ed in attesa della complicata gara del Verona lunedì sera a Roma contro la Lazio. Attualmente la Spal è lontana sette punti e tutto diventa possibile, ma bisogna cominciare a fare punti anche in trasferta.

E l’occasione buona potrebbe essere quella di sabato prossimo quando in notturna a Milano i giallorossi dovranno affrontare l’Inter che non attraversa un buon momento.

GINO PESCITELLI