Calcio Serie B, tra tanta soffrenza il Benevento vince su rigore In primo piano

Dopo le due sconfitte consecutive contro Foggia e Pescara, che tanto hanno fatto discutere, era tanto attesa la gara casalinga contro il Livorno di Lucarelli, attuale fanalino di coda, per poter capire se il momento negativo era stato messo alle spalle.

Alla fine la vittoria per Maggio e compagni grazie ad un netto calcio di rigore messo a segno da Coda ad inizio da ripresa, ma certamente tutti i dubbi non sono stati sciolti sull’attuale momento dei giallorossi. Si è vista una squadra ancora alla ricerca del gioco, della concentrazione, insomma attualmente l’undici di Bucchi tutti i dubbi assolutamente non li ha cancellati. A far sorridere soltanto la classifica, se si considera che dopo la vittoria contro il Livorno il Benevento è tornato nuovamente in zona play off, al terzo posto, a quota 13, insieme alla Salernitana, alle spalle della solitaria capolista Pescara e ad un sol punto di Verona e Palermo.

Questo alla vigilia di una nuova gara casalinga, quella di sabato (ore 15.00) contro la Cremonese.

E c’è da dire che la Cremonese assolutamente non è il Livorno, fino ad ora è l’unica squadra, insieme al Pescara, che non è stata mai sconfitta.

Questo vuol dire che sabato contro la Cremonese, che per giunta giunge a Benevento fresca per aver fruito del turno di riposo, ci vorrà un Benevento diverso da quello visto lunedì sera contro il Livorno.

Venendo alla gara contro i labronici c’è da dire che si è visto un Benevento che ancora non ha ritrovato la medicina giusta per poter riprendere quel cammino auspicato.

Le carenze soprattutto a centrocampo, con Viola al di sotto delle prestazioni da lui attese, supportato malamente da Tello, ma soprattutto da Bandinelli, che Bucchi ha preferito a Nocerino nello schieramento iniziale. Sulle fasce basse sia Letizia che Maggio hanno cercato di spingere un po’ di più, senza però fornire troppi palloni utili agli attaccanti. Bene invece i due centrali Viola e Billong, con quest’ultimo tra i migliori in campo. Per quanto riguarda l’attacco, Bucchi ha cambiato gli esterni affidandosi ad Insigne e Buonaiuto, per poi cambiare richiamando sia Improta che Ricci. Come punta avanzata Coda è stato preferito ad Asencio.

C’è da aggiungere che il Benevento ha cercato di attaccare tantissimo, ha sbagliato anche molto, ma in alcune occasioni ha trovato sulla propria strada un Mazzoni che in alcune occasioni ha negato il giusto raddoppio ai giallorossi. E meno male che è venuto il rigore messo a segno da Coda perché nel finale il Livorno è diventato molto spregiudicato ed ha messo un po’ di paura ai giallorossi.

Ora bisogna meditare su una nuova prestazione non certo al massimo e farsi trovare pronti per la gara di sabato contro la Cremonese, che potrebbe anche rappresentare la gara della svolta.

GINO PESCITELLI

 

PARTITE

CLASSIFICA

PROSSIMO TURNO

Ascoli - Carpi 1-0

Pescara 18

Benevento - Cremonese

Benevento - Livorno 1-0

Verona 14

Brescia - Cosenza

Cittadella - Brescia 2-2

Palermo 14

Crotone - Salernitana

Cosenza - Foggia 2-0

Benevento 13

Foggia - Lecce

Crotone - Padova 2-1

Salernitana 13

Livorno - Ascoli

Lecce - Palermo 1-2

Lecce 12

Padova - Spezia

Salernitana - Perugia 2-1

Spezia 12

Palermo - Venezia

Spezia - Pescara 1-3

Cittadella 11

Pescara - Cittadella

Verona - Venezia 1-1

Cremonese 11

Verona - Perugia

Riposava Cremonese

Brescia 11

Riposa Carpi

 

Crotone 10

 

 

Ascoli 9

 

 

Perugia 8

 

 

Cosenza 7

 

 

Padova 6

 

 

Venezia 5

 

 

Carpi 5

 

 

Foggia 4

 

 

Livorno 2