Calcio: storica qualificazione del Benevento che batte l'Udinese 2-1 ed accede al quarto turno di Coppa Italia In primo piano

Chi ben comincia…

Ed il torneo cadetto per il Benevento è iniziato veramente nel migliore dei modi, con una qualificazione al quarto turno di Coppa Italia (alla ripresa del torneo a dicembre i giallorossi dovranno affrontare una tra Cittadella ed Empoli) che è da considerarsi veramente storica. Mai il Benevento c’era riuscito, fermandosi sempre al secondo oppure al terzo turno.

Questa volta il vero e proprio miracolo si è realizzato, con la “strega” che è tornata a respirare il profumo di Serie A andando a vincere, e non era certamente facile, al “Dacia Arena” di Udine, al termine di una gara in cui gli uomini di Bucchi hanno fatto tremare i pur forti padroni di casa.

I 90’ minuti regolamentari erano terminati sul risultato di 1-1, poi  nei supplementari (precisamente al 104’) ci ha pensato Tello a mandare i giallorossi in paradiso.

C’è comunque da dire che il Benevento non ha rubato nulla, ha sempre messo paura agli avversari, con una gara accorta e grintosa, come Bucchi aveva chiesto. Nei 123’ di partita tantissime le occasioni non sfruttate da Maggio e compagni, ed anche due pali. E ciò fa capire che assolutamente i giallorossi non hanno temuto gli avversari. A tutto ciò dobbiamo aggiungere che in tante occasioni il portiere dell’Udinese Nicolas è stato protagonista salvando la propria rete da gol che sembravano fatti.

La gara era iniziata male per i giallorossi andati in svantaggio già al 6’ con Makej, ma il Benevento ha avuto la forza di reagire subito, ed i bianconeri hanno cominciato subito a soffrire. I primi 45’ si sono chiusi con l’Udinese in vantaggio e con i giallorossi sempre pericolosi (con due pali colpiti), ma la ripresa è stata tutta della “strega”, che ha chiuso l’Udinese nella propria area, con tantissime occasioni fallite per un nulla. Al 69’ la svolta con una bellissima rete di Viola, che si è involato tutto solo dopo un rinvio di Puggioni mettendo il pallone alle spalle di Nicolas.

Ancora tante occasioni per i giallorossi, ma alla fine erano tempi supplementari. Ed al 104’ era Tello a decidere tutto ed a condurre per mano i propri compagni al quarto turno di Coppa Italia Tim, tra la gioia dei tifosi beneventani che erano presenti in buon numero ad Udine.

Al “Dacia Arena” mister Bucchi ha schierato lo stesso undici che aveva superato l’Imolese, con  Puggioni tra i pali, Volta e Costa centrali difensivi, quindi Maggio e Di Chiara sulle fasce. Centrocampo affidato a Viola (senz’altro il migliore in campo), Nocerino e Tello, quindi 4-3-3 completato con Insigne e Improta  al fianco di Coda. Nella ripresa sono entrati Ricci per Insigne, Del Pinto (che ha rinnovato per altri due anni) per Tello ed infine  Bandinelli per Nocerino. E Bucchi non ha utilizzato neanche il quarto cambio, come fatto dall’Udinese, avendo visto che la squadra stava concludendo i supplementari con la giusta grinta e determinazione.

A questo punto occhi al campionato, con l’allenatore che ha chiesto due amichevoli prima del via ufficiale

Per quanto riguarda il calciomercato, sembra fatta per Iemmello al Foggia, dove potrebbe approdare anche Billong con l’arrivo in giallorosso del difensore Empereur. Certo anche l’addio di De Falco, e di alcuni giovani che saranno dati in prestito.

GINO PESCITELLI