Calcio, ultimo esame per il Benevento... missione Supercoppa In primo piano

Cittadella, Spal e Benevento, le tre squadre che con merito hanno vinto i rispettivi gironi ed oramai hanno gia' dato l'addio alla Lega Pro (resta soltanto da vedere quale sara' la quarta squadra a far compagnia alla “terna regina”), scendono nuovamente in campo per la conquista della Supercoppa di Lega. Tre gare secche, tra questa sera e domenica prossima, ed alla fine una delle tre alzerà la prestigiosa Coppa.

Si inizia questa sera con la sfida del “Paolo Mazza” di Ferrara tra i giallorossi di Auteri e  gli estensi biancoazzurri di Semplici, per poi continuare mercoledì 18 e domenica 22. Tutte le gare saranno trasmesse in diretta su Rai Sport e, naturalmente, Sportube.

Dunque, giallorossi nuovamente in campo questa sera (fischio d’inizio alle 20.45), con la ferma intenzione di mettere da parte per i 90’ i festeggiamenti per  la promozione in serie B.

Del resto, la gara di questa sera sarà fondamentale per il futuro cammino, ed alla fine si saprà quale squadra affronterà mercoledì 18 il Cittadella.

Sia Auteri che i giocatori  hanno ripetuto in più di una occasione che ci tengono tantissimo a conquistare questo trofeo, che del resto l’allenatore giallorosso ha già conquistato una volta con la Nocerina, per chiudere con la classica ciliegina sulla torta una stagione fantastica.

Ma il compito che attende Lucioni e compagni non sarà certamente facile, dal momento che si affronteranno la difesa meno battuta (quella del Benevento) con l’attacco più prolifico (quello della Spal).

Quindi la chiave tattica  del primo match di Supercoppa è uno sfida tra reparti, che si prospetta avvincente. Il pericolo n.1 per il Benevento sarà rappresentato da Marco Cellini, autore di 17 reti in 26 presenze, ma attenzione anche a Gianmarco Zigoni e Mattia Finotto, autori di 11 gol a testa. Certo i giallorossi potranno contare sul carisma di capitan Lucioni, sull’affidabilità di Pezzi e sulla rinascita di Mattera per tenere testa ai tre attaccanti della Spal, ma l’attenzione dovrà essere massima.

Tra le file della Spal mancheranno i centrocampisti Di Quinzo e Capezzani  ed il difensore Silvetri, ma ciò certamente non dovrebbero creare troppi problemi per i biancoazzurri di Semplici. Insomma, si tratterà di una gara aperta ad ogni risultato.

Da parte sua mister Auteri ha tanti problemi di formazione. Ritroverà Lopez dopo la squalifica, ma ha perso Mazzarani, come pure  non è riuscito il recupero di Melara, Cissé e Campagnacci, ancora infortunati.

Sono stati 18 i giocatori convocati, tra i quali i giovani Fusco (difensore) e Petrone (attaccante).

Formazione praticamente fatta con Gori in porta, difesa a tre formata da Lucioni, Mattera e Pezzi con Lopez e Troiani oppure Angiulli sulle fasce, poi centrocampo affidato a De Falco e Del Pinto ed in attacco Ciciretti, Marotta e Mazzeo. In panchina Piscitelli, Mucciante, Padella, Vitiello, uno tra Angiulli e Troani, oltre ai giovani Fusco e Petrone.

Questo a meno che, come già fatto contro il Lecce, Auteri non vorrà affidarsi ad un più coperto 3-5-2, schierando insieme dal principio sia Angiulli che Troiani.

E prima della gara un amarcord che certamente fa piacere. Il Benevento omaggerà il suo ex, indimenticabile, capitano Ranzani, uomo guida di quella squadra che nella stagione 75/76 sfiorò la promozione in serie B, e che con la maglia giallorossa ha disputato ben 5 stagioni, con 202 presenze. Soltanto il 30 marzo scorso, a soli 73 anni, Ranzani ha concluso la sua vita terrena, ed il Benevento lo ricorderà consegnando alla vedova ed al figlio Gianluca, attuale responsabile commerciale della Spal,  una maglia giallorossa con il numero 6 ed il nome di Ranzani sulle spalle. Un gesto davvero encomiabile , che ha già riscosso ampi consensi da entrambe le piazze.

Non sono certamente molti i precedenti tra il Benevento e la Spal, che parlano di 3 vittorie giallorosse, 2 sconfitte ed un pareggio. La prima volta le due squadre si sono affrontate in C1 nel torneo 2004/2005 (sulla panchina della Spal c’era addirittura Massimiliano Allegri), poi altri 5 incontri sempre in serie C1. Ultimi incroci nella stagione 2011/2012, con vittoria del Benevento a Ferrara per 2-0 grazie a  Pintori ed Altiinier (fu l’esordio in panchina del duo Imbriani - Martinez), poi  anche al “Vigorito” (2-0 con reti di Pintori e Cipriani). Da allora le due avversarie di oggi hanno sempre giocato in gironi diversi.

Sarà il terzo anno Matteo Proietti di Terni a dirigere questa sera Spal - Benevento, che ha “fischiato” fino ad ora 39 gare in Lega Pro, con 19 successi delle squadre di casa, 12 pareggi ed 8 vittorie delle squadre in trasferta. Sono stati 7 i rigori concessi e ben 19 gli espulsi, a dimostrazione del fatto che si tratta di un arbitro molto severo. Come collaboratori di linea sono stati designati Andrea Trovatelli di Pistoia e  Filippo Bercigli di Valdarno.

Oggi non solo Supercoppa di Lega tra Spal e Benevento ma anche inizio dei play off con le seguenti gare:

▪ Foggia - Alessandria ore 20.45

▪ Lecce - Bassano ore 15.30

▪ Pisa - Pistoiese ore 16

▪ Pordenone - Casertana ore 18

Naturalmente partite secche, con supplementari ed eventuali calci  di rigore, da cui usciranno le due squadre che giocheranno le semifinali (andata e ritorno).

Per quanto riguarda i play out, questo il calendario:

▪ Ischia - Monopoli (andata 21/5 ore 16 gara di andata e 28/5 ore 16 ritorno).

▪ Martina Franca - Melfi (andata 21/5 ore 16 e ritorno 28/5 ore 16).

GINO PESCITELLI

Altre immagini