Calcio, una rete di Iori castiga il Benevento a Cittadella In primo piano

E' bastata una rete di Iori, anche abbastanza strana, dopo appena dieci minuti di gara per far uscire il Benevento sconfitto dal 'Tombolato' di Cittadella.

Dopo il vantaggio dei padroni di casa, l’undici di Baroni ha tentato in tutti i modi di conquistare il pareggio, c’è andato vicino in più di una occasione, ha colpito un palo con capitan Lucioni, ma purtroppo alla fine è venuta una dolorosa sconfitta con i 'granata' di Venturato che hanno raggiunto la 'strega' al quarto posto della classifica, approfittando anche della inaspettata e pesante sconfitta del Perugia contro quel Trapani che oramai si è portato in quota salvezza.

Certamente il Benevento non ha disputato una grande partita contro il Cittadella, ma c’è da dire che anche i padroni di casa poco hanno fatto, e soltanto in pochissime occasioni hanno impegnato Gori. E’ stata una gara disputata soprattutto a centrocampo, dove forse il Cittadella  ha avuto un po’ di sopravvento, ma non più di tanto. Per il resto in tutti i modi il Benevento ha cercato la rete del pari anche con tiri da lontano, ma  questa volta è mancata la precisione, e forse anche la convinzione. Poi ci si è messa anche la sfortuna e qualche intervento determinante del portiere di casa. C’è da dire che questa volta Ceravolo ha avuto poche occasioni  da poter sfruttare, ed alla fine ad un quarto d’ora dal 90’ c’è stata anche l’espulsione di  Ciciretti per un duplice cartellino giallo che ha complicato ancora di più le cose.

Insomma, alla 'strega' è mancata la conferma per poter blindare il quarto posto della classifica, che comunque è sempre lì, ed assolutamente non può essere cancellato. Anzi il posticipo di lunedì sera Novara - Verona potrebbe ancora di più avvicinare sia il Benevento che il Cittadella al Verona.

Anche contro il Cittadella non sono mancate le novità da parte  di Baroni soprattutto a centrocampo, dove ha schierato Buzzegoli, Chisbah e Del Pinto nella linea a tre. Poi in attacco c’è stato ilo ritorno di Cissè al fianco di Ceravolo, con Melara che ha iniziato dalla panchina. Neanche in panchina Falco, evidentemente non ancora al meglio della condizione, mentre si è rivisto in panchina Puscas, che però non è entrato. Questa volta ha influito poco Ciciretti, in giornata non certo favorevole, mentre sulle fasce Venuti e Pezzi hanno spinto tantissimo.

Al principio della ripresa Eramo ha sostituito un Chibsah che aveva sbagliato tantissimo, poi nel finale Lopez ha preso il posto di Pezzi è Melara è subentrato a Del Pinto. Ma non è che i cambiamenti abbiano influito tanto, ed alla fine è venuta una sconfitta forse anche immeritata.

Ora si torna in campo lunedì in albis, cioè il 17, con i giallorossi che dovranno affrontare il Brescia in trasferta. Insomma, sarà una Pasqua lavorativa in preparazione alla gara di lunedì.

In attesa dei posticipi Brescia - Spal (domenica alle 17,30) e Novara - Verona (lunedì alle 20.30), questa la classifica:

Frosinone 62, Spal 61, Verona 58, Benevento (-1) e Cittadella 54, Perugia 52, Spezia 51, Bari ed Entella 50, Carpi 48, Novara e Salernitana 46, Avellino 44, Vercelli 42, Ascoli e Cesena 39, Trapani 38, Vicenza 37, Brescia e Ternana 35, Pisa (-4) 32, Latina (-2) 31.

GINO PESCITELLI

Altre immagini