CERRETO SANNITA - Il 30 gennaio Giovanni Impastato racconta il fratello Peppino all'I.C. 'A. Mazzarella' In primo piano

Il prossimo 30 gennaio gli alunni dell’Istituto Comprensivo “A. Mazzarella” di Cerreto Sannita incontreranno Giovanni Impastato, fratello di Peppino, ucciso dalla mafia il 9 maggio del 1978. L’incontro, fortemente voluto dalla dirigente scolastica Angela Maria Pelosi, rientra nelle numerose e rilevanti iniziative organizzate dall’Istituto sul tema della legalità.

«La scuola - afferma la Pelosi - è un presidio di civiltà, nel quale difendere e promuovere i valori fondanti dell’educazione e dell’evoluzione del genere umano. La formazione delle giovani generazioni rimane, oggi più che mai, l’unica via per ricostruire un nuovo Umanesimo e la rinascita di una società basata sulla giustizia, sulla tolleranza, sulla collaborazione e sulla fratellanza. In questa ottica, l’incontro con Giovanni Impastato vuole essere per gli alunni occasione di riflessione sull’inutilità della violenza e delle sue conseguenze e sull’importanza, invece, della costruzione della pace e della giustizia. Giovanni farà rivivere il ricordo del fratello Peppino nell’animo dei ragazzi che avranno modo di visionare il film di Giordana “I cento passi”, il cui titolo rimanda alla distanza tra la casa di Impastato e quella del boss Badalamenti».

All’incontro saranno presenti il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Angelo Francesco Marcucci, Amleto Frosi dell’Associazione Libera, i sindaci di Cerreto Sannita e San Lorenzello e altre autorità civili e militari. Parteciperanno, altresì, rappresentanze dell’I.I.S. “Carafa-Giustiniani” e del Liceo Classico “Luigi Sodo” di Cerreto Sannita. 

Altre immagini