Comunità Montana del Fortore, conclusa la prima fase dell'istruttoria sui danni dell'alluvione In primo piano

Si è conclusa da parte della Comunità Montana del Fortore la prima fase dell'istruttoria relativa alle circa 820 domande di aziende agricole per i danni causati dalla calamità naturale “piogge alluvionali dal 15 al 20 ottobre 2015”.

 In questi giorni il responsabile del servizio Pietro Giallonardo sta  provvedendo a far recapitare richieste di integrazione delle pratiche con l’avvertenza che il mancato riscontro delle stesse nel termine di trenta giorni comporterà l’archiviazione della pratica senza ulteriori comunicazioni. 

“Già da tempo - ha affermato Pietro Giallonardo - stiamo sensibilizzando i patronati, associazioni di categoria,  professionisti e titolari delle aziende affinchè si potesse procedere in modo più celere possibile alla definizione delle pratiche ed alla chiusura definitiva dell’istruttoria per poter trasmettere il tutto  alla Regione Campania; con la nota che stiamo notificando in questi giorni porremo dei tempi certi e definitivi alla possibilità di tramettere le integrazioni necessarie”.

“Auspichiamo la chiusura in tempi brevi - ha altresì sostenuto il presidente della Comunità Montana Zaccaria Spina - di tutte le procedure di nostra competenza per poter finalmente quantificare in modo chiaro il numero degli aventi diritto e l’importo della somma che la Regione Campania dovrà mettere a disposizione per fronteggiare le richieste di risarcimento dei danni. La mole di lavoro che si è riversata sugli uffici non è stata di poco conto ed è assolutamente necessario una maggiore solerzia e collaborazione per chiudere definitivamente il procedimento che compete alla Comunità Montana, sperando poi in una altrettanto solerzia da parte della Regione Campania per rendere disponibili i fondi necessari”.

Altre immagini