Concorso Madre Acqua: premiate le scuole vincitrici. Guarda le foto In primo piano

Si e' svolta stamane presso la sala consiliare della Rocca dei Rettori a Benevento la cerimonia di premiazione del concorso Madre Acqua, promosso dall'Azienda Speciale Asea in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Provinciale. La stessa originariamente era stata programmata presso la diga di Campolattaro, ma purtroppo le avverse condizioni atmosferiche ne hanno determinato lo spostamento presso il palazzo sede dell'ente provincia.

Gremita la sala consiliare, dove erano presenti tutte le classi vincitrici insieme ai loro docenti e ai rispettivi dirigenti scolastici.

Ad aprire la cerimonia è stato il presidente della provincia di Benevento Claudio Ricci il quale ha elogiato coloro che hanno partecipato al concorso, ricordando come le giovani generazioni devono già adesso essere consapevoli dell’importanza della risorsa idrica. E' seguito il commosso ed appassionato saluto del dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale Angelo Francesco Marcucci, il quale proprio in questi giorni lascerà l’incarico per andare in pensione. Per l’occasione l'Asea ha voluto omaggiare il provveditore con una targa ricordo, come ringraziamento per la proficua collaborazione e per la sua costante dedizione e professionalità nella fondamentale funzione di direzione del mondo della scuola nel territorio sannita.

Si è quindi proceduto alla premiazione dei vincitori. Nella sezione scuole primarie e secondarie di primo grado si è classificata al primo posto: la classe II seziona A della Scuola secondaria di primo grado di Airola con elaborato “C'era una volta la via dell'acqua” incentrato sull'Acquedotto Carolino, un video davvero creativo ed originale, anche nell'immaginare proposte concrete per una valorizzazione dell'opera.

Per la sezione scuole secondarie di secondo grado classe II sezione A è risultato vincente l'elaborato dell'Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio “Galilei Vetrone” di Benevento con l'elaborato: “Una risorsa per il territorio: la diga di Campolattaro”. Un lavoro di ricerca davvero di alta qualità, su tutti gli ambiti e le potenzialità dell'invaso, da quella idroelettrica a quella irrigua, da quella potabile a quella turistica.

In generale gli elaborati hanno affrontato i diversi temi proposti dal concorso da quello naturalistico ambientale a quello storico, dalle problematiche ambientali al risparmio idrico, tutti con un alto valore artistico, scientifico e comunicativo.

Le altre classi hanno presentato i loro lavori ed hanno ricevuto i premi. Oltre al premio in denaro a tutti gli intervenuti, è stato consegnato anche un attestato e del materiale informativo e didattico.

Il presidente dell'Asea Alfredo Cataudo ha concluso la cerimonia ringraziando tutti gli intervenuti, rimarcando il successo dell’iniziativa e l'alta qualità degli elaborati prodotti. Ha sottolineato l'importanza della tematica del concorso, come risorsa fondamentale per il futuro, in particolare a livello locale, proprio considerando l’economia e l’ambiente del Sannio beneventano. Ha invitato infine le scuole a visitare nelle prossime settimane la diga di Campolattaro.

Altre immagini