Contrasto all'illegalità. Arresti, denunce e veicoli sequestrati nell'ambito dell'operazione 'Alto Impatto' In primo piano

Tre arresti, otto persone denunciate e sei veicoli sequestrati: è il bilancio dei servizi di controllo del territorio, svolti in questo fine settimana dai reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento - nell’ambito dell’operazione denominata Alto Impatto - per contrastare l’illegalità diffusa.

Nel dettaglio:

I militari della Compagnia di Benevento in esecuzione di ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Benevento hanno tratto in arresto B.G,  33enne di San Martino Sannita, il quale deve espiare la pena di 11 mesi e 11 giorni di reclusione per i reati di evasione e violazione degli obblighi imposti dalla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale. L’arrestato dopo le formalità del caso è stato trasferito presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare a disposizione della suddetta Autorità Giudiziaria.

Gli stessi reparti hanno poi deferito in stato di libertà:

▪ I.C.O. un 38enne rumeno, domiciliato a Sant’Arcangelo Trimonte, poiché trovato alla guida di un ciclomotore che dai successivi controlli è emerso essere provento di furto avvenuto in provincia di Frosinone, inoltre lo stesso conducente viaggiava senza la patente di guida. Il veicolo è stato sequestrato.

▪ D.R.C. una 41enne di Pietrelcina sorpresa alla guida della sua autovettura sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Titolo di guida e autovettura sono stati sequestrati.

▪ S.S. un 52enne, noto ai carabinieri per i suoi trascorsi penali, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale è stato sorpreso alla guida di una autovettura di sua proprietà senza essere in possesso della patente di guida, poiché revocata. Il veicolo è stato sequestrato.

Infine segnalata all’autorità amministrativa una donna che, alla guida del suo ciclomotore, è risultato essere sprovvista della prevista copertura assicurativa. Anche in questo caso il veicolo è stato sequestrato.

I reparti della Compagnia di Montesarchio hanno controllato una coppia composta da due coniugi di nazionalità rumena, domiciliati a Paolisi e, poiché sono risultati destinatari di un mandato di arresto europeo per i reati di evasione fiscale e contributiva, commessi nel paese d’origine, lui G.I. 41anni e lei G.I.S. 34enne sono stati arrestati e tradotti presso la casa circondariale di Benevento, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Mentre, gli stessi reparti della Compagnia della Valle Caudina hanno deferito in stato di libertà:

▪ N.L. 57enne di Montesarchio, e R.G. 43enne di Afragola, già noti ai carabinieri per i loro trascorsi penali, i quali sono stati sorpresi dai militari alla guida della rispettive autovetture: il primo sotto l’effetto dell’alcol e di stupefacenti, il secondo è stato trovato positivo all’etilometro, per cui i documenti di guida sono stati ritirati ed i veicoli posti sotto sequestro.

▪ Z.A.C., una donna 47enne di Cervinara, la quale è stata sorpresa mentre tentava effettuare il rifornimento ad un distributore automatico con una banconota da 10 euro contraffatta, che poi è stata sequestrata.

▪ R.F. 51enne e C.M. 30enne, entrambi di Airola, poiché nel corso del controllo dell’autovettura su cui viaggiavano lungo le vie della cittadina caudina, i militari hanno trovato e sequestrato arnesi atti allo scasso ed inoltre attrezzi da lavoro e materiale informatico, opportunamente occultati nel vano portabagagli che sono risultati essere stati asportati da un esercizio commerciale sempre di Airola. La merce trafugata, dopo gli accertamenti del caso è stata invece restituita al titolare della ditta.

Altre immagini