Costituzione del COC, Feleppa: 'Mastella fortunato, la minoranza gli detta l'agenda politico-amministrativa' In primo piano

Sull'appena diffuso decreto sindacale che costituisce il COC (Centro Operativo Comunale) e la SOC (Sala Operativa Comunale), è intervenuto il consigliere comunale Angelo Feleppa, del gruppo “Del Vecchio Sindaco”.

“Tanto tuonò che piovve. Sono stati necessari gli interventi del sottoscritto (che sull’argomento ha anche presentato una interrogazione) e dell’ex assessore Castiello - sottolinea Feleppa - per dare la sveglia alla catalettica amministrazione Mastella sulla organizzazione del COC e sull’individuazione delle funzioni di supporto allo stesso, con relativa nomina dei componenti.

Finalmente è stato partorito il tanto atteso decreto sindacale, seppur con due mesi e mezzo di ritardo rispetto all’emergenza già in atto dallo scorso 24 agosto e ignorando totalmente la fase di pre-allerta: manco avessero dovuto interpellare capi di Stato e corpi diplomatici per fare delle nomine per le quali sarebbe bastata mezza giornata. Non è che sono cadute nel dimenticatoio perché si trattava di nomine per le quali non era previsto alcun un corrispettivo?

La realtà dei fatti è che in una fase così cruenta del fenomeno sismico che sta colpendo l’Italia con centinaia di scosse, alcune delle quali avvertite anche a Benevento, il COC non è stato mai convocato. Il Comune ha attivato solo un Numero Verde e nulla più. Mastella si è completamente dimenticato delle funzioni attribuite al sindaco dell’articolo 15 della Legge n. 225 del 24/2/92. E pensare che era anche deputato quando questa fu approvata.

Peccato che tra le grandi menti che lo circondano non ce ne sia stata una sola che abbia provveduto a ricordarglielo. Non c’è niente da fare, al Sindaco proprio non riesce di essere aiutato dai suoi collaboratori. Per sua fortuna, a pungolarlo ci sono i consiglieri di minoranza, sempre attenti e responsabili, ma che in teoria sarebbero chiamati ad un ruolo differente da quello delle balie.

E invece - conclude Feleppa - si ritrovano anche a dettare l’agenda politico-amministrativa al primo cittadino colmando le vacatio della sua maggioranza. Mastella può risparmiarsi i ringraziamenti, ma quanto dovrà durare questa situazione di imbarazzo?”.

Altre immagini