Depuratore a Sant'Angelo a Piesco, Altrabenevento: 'L'Autorità di Bacino ha ribadito il suo no' In primo piano

Sandra Sandrucci, a nome del Coordinamento dell'Associazione Altrabenevento, ha reso noto che è stato inviato questa mattina al Comune di Benevento ed alla Regione Campania un documento, firmato da Gabriele Corona, Vincenzo Fioretti ed Alessandra Sandrucci per segnalare che l'Autorità di Bacino ha recentemente ribadito il suo no al depuratore a Sant'Angelo a Piesco.

Altrabenevento ricorda che l'Autorità di Bacino nel rendere il parere sul Piano Urbanistico Comunale (Puc) di Benevento aveva già classificato la zona come B3 dove non si possono realizzare “impianti depurazione di acque reflue di qualsiasi provenienza”.

Nonostante le prescrizioni dell'Autorità di Bacino il Puc del Comune di Benevento non è stato mai adeguato.

Altrabenevento, “Associazione per la citta sostenibile contro il malaffare”, segnala altresì che il 3 marzo scorso è stato approvato il Piano di Gestione rischio alluvioni del Distretto Idrogeologico Appennino Meridionale (Diam) con il quale l'area individuata per il depuratore a Sant'Angelo a Piesco viene indicata come fascia B2 dove vige il divieto di realizzare anche i depuratori.

Altrabenevento conclude invitando “le Amministrazioni, comunale e regionale, al rispetto delle prescrizioni di cui alla pianificazione di bacino che non possono essere ulteriormente ignorate per evitare il pericolo di un disastro annunciato così come, purtroppo, confermato dagli eventi alluvionali del 2010 e del 2015.

L'Amministrazione comunale dovrà pertanto adottare altre soluzioni, che sono state più volte indicate, tenendo conto soprattutto della necessità di utilizzare più impianti di depurazione sul territorio comunale, al fine di salvaguardare l'incolumità e la salute dei cittadini, l'integrità ambientale e delle acque, che risulterebbero gravemente compromesse laddove si insista nel localizzare un unico depuratore in zona classificata dal Pgda pericolosa ed infatti sottoposta ad eventi alluvionali”.

Altre immagini