Dolorosa scomparsa della giornalista Vera De Luca In primo piano

Con Vera De Luca scompare una delle piu' belle figure del giornalismo napoletano. Resteranno a lungo impressi, nei cuori e nelle menti di chi l'ha conosciuta, il suo garbo e la sua signorilita' e quel sorriso sincero e spontaneo con il quale accoglieva sempre coloro con i quali veniva a contatto.

Attualmente era consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti dove svolgeva un ruolo non secondario grazie al suo impegno ed alla sua passione giornalistica. Ed è proprio in nome di questa passione che la sua vita è stata tutta costellata di impegni in diverse testate giornalistiche ed associazioni nazionali ed internazionali di giornalisti soprattutto a livello europeo.

Legata da sempre a quel gruppo che si richiamava prima agli insegnamenti di Mimmo Castellano e poi di Mimmo Falco, godeva della stima di tanti colleghi del napoletano ma anche delle altre province della Campania dove ha organizzato nel tempo convegni ed attività di ogni genere sempre nel campo del giornalismo.

La redazione di Realtà Sannita, profondamente commossa, piange la sua dipartita e si stringe in un forte abbraccio all’amato marito Harry di Prisco.

_________

VERA DE LUCA aveva 67 anni e da circa un anno combatteva contro un male incurabile..

Aveva iniziato la sua attività giornalistica negli anni ’70 con il Roma, corrispondente da Napoli per quindici anni per il quotidiano “Il Golfo” e qualche anno più tardi di Metropolis.

Ha diretto nella sua oltre quarantennale attività giornalistica numerosi periodici di cultura, attualità e turismo. Vice presidente dell’Associazione Giornalisti Europei, consigliere Ferpi, era tuttora componente nazionale del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti.

Consigliere nazionale del CIST (Centro Internazionale della Stampa Turistica) dal dicembre 1994 nonchè vicepresidente.

Socia di: FIJET (Federation Internationale des Journalistes et Ecrivains de Tourisme) aderente all’UNESCO; OMJET (Organisation Mèditerranèenne des Journalistes et Ecrivains de Tourisme); CIM (Confederazione degli Italiani nel Mondo).

Titolare, inoltre, dell’International Press Card della I.F.J. (International Federation of Journalists). Dal 2000 socia onoraria dell’Accademia Italiana del Peperoncino.

Cofondatrice dell’Accademia di Studi Europei (ASE) che ha sede a Napoli.

Altre immagini