In primo piano - DURAZZANO - Gli studenti del 'Galilei-Vetrone' in visita al cantiere del Centro Equestre

DURAZZANO - Gli studenti del 'Galilei-Vetrone' in visita al cantiere del Centro Equestre In primo piano

Lezione dal 'vivo' per tre classi dell'Istituto Tecnico per Geometri 'Galilei-Vetrone' di Benevento. Un nutrito gruppo di alunni si e' recato a Durazzano, in localita' Monte, a visitare il cantiere dove fervono i lavori per la costruzione di un Centro Equestre, progettato dal comune. La struttura, immersa nei boschi, avrà una funzione sportiva, ricreativa e sociale. L’area interessata si estende per circa due ettari.

Dal tempo del parlare a quello del fare. Dalla teoria alla pratica. Dai libri alla sperimentazione diretta. Gli studenti delle classi V A,V C e III C, hanno potuto conoscere da vicino tutto il processo costruttivo di una struttura in legno ed in cemento armato, che rappresenta una delle possibilità architettoniche all’avanguardia dell’edilizia moderna. Per aprire nuove prospettive di lavoro ai futuri geometri, presso il 'Galilei-Vetrone', da alcuni anni, è stato avviato un corso dedicato al settore del legno.

La visita al cantiere, organizzata dai docenti Fernando Paribello, Giuseppe D’Agostino, Donato Iorio e Nicola Esposito, ha lo scopo di potenziare la conoscenza dei ragazzi, di prepararli meglio per gli esami di stato e di offrire loro un quadro aggiornato delle tecniche costruttive più avanzate. La via del legno può dare una spinta alla ripresa dell’edilizia, che già sta dando promettenti segnali.

L’iniziativa rientra nel progetto 'Cantiere Aperto' e prevede altri momenti di formazione e di apprendimento. 'Il Centro Equestre potrà essere utilizzato anche per giochi regionali - ha detto l’ingegner D’Agostino - dal momento che comprende un maneggio coperto, un galoppatoio, un’arena, una club house. La struttura è collocata in un pianoro naturale, in perfetta armonia con l’ambiente circostante. La copertura è totalmente in legno, mentre le mura sono di cemento'.

Gli alunni sono stati accolti da Giovanni Fusco, direttore tecnico del cantiere per conto della ditta Rillo. Il costo complessivo dell’opera si aggira intorno ai due milioni di euro, finanziati in parte dalla regione, in parte dall’Europa. 'Il geometra Fusco - osserva l’architetto Iorio - ha spiegato come vengono trasportate le travi lamellari, tutte le problematiche collegate al passaggio attraverso strette stradine di montagne, l’utilizzo necessario di gru e mezzi speciali. I ragazzi sono rimasti colpiti dalla leggerezza architettonico-strutturale della copertura e dai vari tipi di connessione interna ed esterna realizzabili con il legno'.

La visita a Durazzano ha permesso di conoscere la qualità energetica dei materiali, la corretta sistemazione idrogeologica, il recupero ambientale, il ripristino naturalistico di un territorio, a stretto contatto con i progettisti ed i costruttori, con i tecnici ed i muratori, con i falegnami e gli artigiani. Gli allievi hanno potuto così verificare sul campo come possono integrarsi i 'saperi positivi', le competenze e la creatività.

ANTONIO ESPOSITO

Altre immagini