Emergenza idrica, incontro in Prefettura tra la società Alto Calore e gli amministratori sanniti In primo piano

Questa mattina, alle ore 11.00, il prefetto di Benevento, Paola Galeone, ha presieduto una riunione di coordinamento per favorire l'opportuna sinergia tra i vari soggetti competenti alla programmazione di ogni attività utile ad alleviare eventuali disagi per la popolazione residente, in relazione alle criticità nell’erogazione idrica dei comuni di Apollosa, Arpaise, Ceppaloni, Pesco Sannita, San Leucio del Sannio, San Lorenzo Maggiore, San Nazzaro e San Nicola Manfredi.

All’incontro hanno partecipato il delegato dell’Alto Calore Servizi di Avellino, i rappresentanti dell’ATO Calore Irpino - Autorità Ambito Territoriale Ottimale 1 Campania di Avellino, i sindaci e i vice sindaci dei Comuni interessati.

Gli amministratori locali hanno rappresentato le difficoltà e i disagi scaturiti dalla riduzione e, in taluni casi, dall’interruzione totale dell’erogazione idrica fino ad oggi verificatesi lamentando unanimemente la cattiva gestione del servizio da parte della società Alto Calore e, in particolare, la mancanza di informazione preventiva delle manovre di apertura e di chiusura finora resesi necessarie per fronteggiare le riduzioni di portata causate dalla stagione estiva.

Il delegato dell’Alto Calore ha richiamato l’attenzione sull’annosa problematica dell’inefficienza delle reti comunali, spesso vetuste e causa di copiose perdite idriche. Ha, pertanto, invitato i sindaci a programmare interventi di rifacimento di tali infrastrutture, prevedendo la realizzazione di serbatoi ove non presenti.

I rappresentanti dell’ATO hanno ricordato che è possibile avvalersi della collaborazione tecnica dell’Autorità di Ambito e si sono resi disponibili ad offrire il proprio supporto alla presentazione dei progetti relativi alle reti di distribuzione idrica.

È stata, altresì, preannunciata dall’Alto Calore l’imminente utilizzazione di un nuovo pozzo a Solopaca che potrà consentire un incremento della portata idrica in tempi molti brevi limitando i disagi finora subiti.

Al termine dell’incontro, il prefetto ha invitato gli amministratori comunali a prendere contatti diretti con i tecnici dell’Alto Calore e dell’ATO per individuare le peculiari criticità che riguardano la erogazione dei servizi idrici locali.

Ha, altresì, acquisito l’impegno dell’Alto Calore a migliorare l’informazione preventiva dei necessari interventi sulla rete idrica ed ha auspicato una attiva cooperazione dei comuni e degli enti gestori nella programmazione di opere risolutive e nella progettazione di opere destinate ad evitare gli attuali disservizi nell’erogazione dell’acqua.

Ha assicurato, infine, che sarà interessato il presidente della Giunta regionale in merito al finanziamento dei progetti elaborati per sostenere azioni a lungo termine di corretta gestione del servizio idrico, al fine di scongiurare le interruzioni di acqua improvvise e prolungate finora poste in essere per fronteggiare l’emergenza.

Altre immagini