Esn Maleventum, ancora aperta la raccolta fondi pro alluvionati del Sannio. Il 3 dicembre serata evento In primo piano

Un mese e mezzo fa, la provincia di Benevento era colpita dall'alluvione. Tutti i cittadini in quest'occasione si sono mobilitati per ristabilire la normalita' nella citta' e nei vari paesi.

Ad aiutare a ripulire strade e case del capoluogo non sono stati solo i cittadini Beneventani. Anche gli Erasmus - afferma Maria Carbone presidente di ESN Maleventum - sono stati protagonisti. Più di venti di loro tra spagnoli, turchi, polacchi e mongoli sono scesi in strada nei giorni dell’alluvione per aiutare a togliere il fango che invadeva tutta la città. Quello che più stupiva era la naturalezza con la quale lavoravano. Sembravano cittadini beneventani con l’unica differenza che alcune delle parti della città dove hanno prestato aiuto non le avevano mai viste prima. Era un mix tra scoprire il territorio ed essere da subito pronti ad aiutarlo”.

Questi ragazzi dopo poco tempo dal loro arrivo nel Sannio si sono trovati in una situazione che non avrebbero mai voluto vedere e sono scesi in strada al fianco dei cittadini beneventani. La solidarietà da parte di chi si troverà nella nostra città solo per pochi mesi è stata mostrata fin da principio, in una giornata che per loro originariamente doveva essere di festa.

Il 15 ottobre il “Welcome Day” organizzato da Esn per dare loro il benvenuto si è trasformato in una giornata all’insegna della solidarietà. Esn Italia, network europeo di cui Maleventum fa parte, ha mostrato tutta la sua vicinanza ai sanniti e molte sessioni di varie zone dell’Italia hanno dato il loro contributo economico.

La sezione Erasmus di Benevento - continua Maria Carbone - ha fatto la sua donazione e, inoltre, ha creato diverse iniziative di beneficenza. In due serate che ha organizzato, ha posto due salvadanai per la racconta fondi in due locali del centro della città. Gli Erasmus hanno ampliato la notizia dell’alluvione e dei problemi riscontrati nella nostra provincia condividendo la notizia alle loro nazioni grazie ai social network. Sono arrivati diversi fondi anche dalle loro famiglie”.

I finanziatori sono stati numerosi e oltre alle varie sezioni di Esn che hanno organizzato iniziative sociali in varie parti d’Italia, sono arrivati fondi anche da associazioni studentesche. La raccolta fondi sarà aperta fino al primo dicembre.

Nella serata del tre dicembre sarà consegnato un assegno rappresentativo a don Nicola de Blasio, parroco della chiesa di San Modesto e presidente della Caritas, che sarà ospite della serata. Sarà invitato anche il sindaco Fausto Pepe come rappresentante delle autorità cittadine. L’evento è stato organizzato con la partecipazione di partner esterni all’associazione che offriranno servizio navetta e intrattenimento. Nella serata saranno organizzate ulteriori attività social per raccogliere ulteriori fondi.

ANGELA FAIELLA

Altre immagini