'Esodo', la mostra di Mustone inaugurata presso l'Arte Studio Gallery In primo piano

Uomini come alberi di una foresta. Uomini come spighe di un campo di grano. Uomini come astri di un cielo stellato. Tutti alla ricerca di un approdo di liberta'. Questo sembra essere il senso della mostra di Italo Mustone, intitolata “Esodo” ed inaugurata presso l’Arte Studio Gallery di Benevento. Popoli in cammino, umanità migranti, ansanti ed eroiche, che scalano montagne, attraversano fiumi di odio, combattono contro muri di violenza e di emarginazione.

Il messaggio dell’artista parla al mondo contemporaneo, racconta di una terra casa di tutti, disegna orizzonti di una possibile fuga dalla fame e dalla guerra. La plasticità dei corpi, l’ondulazione nervosa, i colori sanguigni, dipingono un mare verde azzurro, forza misteriosa e meravigliosa della natura, anima della terra, fonte inesauribile di futuro. Nelle sette opere di Mustone regnano il movimento, la sinuosità, la freschezza del desiderio, una sottile sensualità. Sulla parete si stagliano cinquantotto uomini, come eredi del coraggioso e disperato volo di Icaro.

La mostra si inserisce nella rassegna “Passaggi d’Inverno”, che proseguirà con altri artisti per sette settimane. L’idea del direttore di Arte Studio Gallery, Mario Lanzione, è quella di offrire una panoramica aggiornata della produzione artistica contemporanea dell’Italia Meridionale. Nel segno di Mustone, nativo di Trevico, in provincia di Avellino, emerge la sua giovanile esperienza fotografica, maturata sotto la guida di Mimmo Iodice, suo maestro all’Accademia delle Belle Arti di Napoli, dove si è diplomato.

Negli anni degli studi napoletani, l’artista collaborò anche con Roberto De Simone, seguendolo con la sua Canon, per fotografare i riti e le tradizioni popolari più significativi dei piccoli centri della Campania. Conobbe Lucio Amelio ed Andy Warhol e tutti i grandi nomi della “Transavanguardia”, da Nicola De Maria a Mimmo Paladino, da Enzo Cucchi a Francesco Clemente. Il passaggio dalla fotografia alla pittura è avvenuto attraverso un’evoluzione graduale cominciata negli anni ottanta.

Le sue mostre più recenti sono state allestite in Francia, Germania e Spagna. Con la personale presso l’Arte Studio Gallery, Mustone completa un percorso che viene da lontano, proprio come gli uomini rappresentati nelle suo opere. Dove approderanno? Riusciranno a costruire, qui e ora, la vera terra promessa? Con “Esodo”, l’arte fa la sua parte.

ANTONIO ESPOSITO

Altre immagini