'Fare il giornalista è un mestiere bellissimo' lo hanno detto a Benevento Franco Di Mare e Giancarlo Mazzuca In primo piano

Potenza dei social: selfie, video e foto a go go postati in tempo reale - con l'affascinante sfondo dei pregevoli monumenti della citta' di Benevento - sono stati il simpatico corollario del gran gala di Fare il Giornale nelle Scuole, il concorso nazionale giunto alla XII edizione e promosso dall'Ordine dei Giornalisti, svoltosi per l'ottavo anno consecutivo nel capoluogo sannita.

Per due giorni, mercoledì 29 e giovedì 30 aprile, “la città dello Strega e delle streghe” è stata invasa da centinaia di studenti provenienti da ogni parte d'Italia, isole comprese, per assistere alla tavola rotonda (quest'anno incentrata sul tema “L'informazione nel processo formativo dei giovani”) e per ritirare l'ambito premio che, come da prassi consolidata, ha decretato i migliori giornali cartacei e on-line prodotti dalle varie istituzioni scolastiche.

Testimonial d'eccezione di questa edizione sono stati Franco Di Mare (giornalista Rai) e Giancarlo Mazzuca (direttore del quotidiano Il Giorno), ovvero due “pezzi da novanta” del giornalismo italiano, che hanno interloquito con le “giovani penne” dispensando loro dritte e consigli sul mestiere di giornalista, definito bellissimo, entusiasmante, unico e coinvolgente come pochi, pur non essendo scevro da problematiche e responsabilità.

Credeteci e sperateci. A me 35 anni fa dicevano che l'editoria era in crisi” ha sostenuto Franco Di Mare.

Se potete e volete continuate nonostante la congiuntura economica, perchè c'è sempre bisogno di bravi giornalisti”, ha dichiarato con forza Giancarlo Mazzuca.

Ma qual è la ricetta per diventare un bravo giornalista? Quali doti particolari deve avere chi intende tuffarsi a capofitto nel cosiddetto “mestieraccio”? Queste le domande poste con incisività dai giornalisti in erba.

Secondo Di Mare e Mazzuca il mix è composto da: curiosità, forte propensione alla lettura e alla scrittura, onestà (in primis intellettuale) e indipendenza, ossia non lasciarsi condizionare da chicchessia, soprattutto dai “poteri forti”.

Alla cerimonia di premiazione, insieme ai vertici nazionali e regionali dell'Odg e al Gruppo di Lavoro al gran completo - che in otto mesi ha selezionato le 75 testate vincitrici tra gli oltre 800 giornalini presentati dalle varie scuole di ogni ordine e grado disseminate su tutto il territorio nazionale - sono intervenuti anche il prefetto di Benevento Paola Galeone, ed il sindaco, Fausto Pepe, che ha ringraziato pubblicamente il presidente dell'Assostampa Sannita, Giovanni Fuccio, per aver voluto e saputo portare il premio nel capoluogo sannita dal 2008.

Questo evento - ha detto Pepe - è oramai entrato nel dna beneventano ed è giunto il momento di stipulare un protocollo d'intesa tra Comune e OdG per creare una sinergia più stretta e formale”.

Sul prossimo numero del quindicinale Realtà Sannita (1/15 maggio 2015 - n. 8) sarà pubblicato un ampio servizio sulla due giorni corredato da tante stupende fotografie.

ANNAMARIA GANGALE

annamariagangale@hotmail.it

Altre immagini