Farese (M5S): 'Sulla cultura gli altri promettono, il nostro invece è un progetto di cose fattibili' In primo piano

'Benevento merita di essere presa a modello incentivando i suoi cittadini ad amarla e ad acculturarsi. Vi presentiamo il nostro progetto, che e' un progetto fatto di cose concrete, di cose fattibili. Ridiamo la possibilità ai cittadini di Benevento di vivere la città e di non aver paura dei vicoli. Rendiamo i vicoli una gioia per il passeggio, per la vita e per la partecipazione. Marianna Farese apre così la serata di presentazione delle '5 stelle della Cultura', elementi fondanti del programma amministrativo in tema culturale del Movimento.

'Mentre gli altri parlano e promettono, noi abbiamo acceso una stella. La prima del nostro programma per rilanciare la città di Benevento'.

Una serata ricca di temi quella dell'Arco di Traiano, patrimonio di inestimabile valore presentato dal candidato al Consiglio comunale Stefano Forgione il cui discorso è stato introdotto da una poesia del compianto poeta beneventano Alberto Abbuonandi.

Successivamente i candidati per il M5S Annamaria Mollica, Nicola Sguera, Antonello Rapuano, Pierluigi Minicozzi e Carlo De Matola hanno presentato alla platea i cinque punti del programma culturale: Benevento distretto culturale, Consulta e Palazzo della Cultura e della Creatività, Samnium Farm, Università e Conservatorio al Centro, Oltre Città Spettacolo.

La chiusura è stata affidata a Vittorio Giangregorio che ha rimarcato le linee guida del Movimento: 'C'è chi ci definisce incompetenti, ma coloro che hanno parlato sono artisti, professori, professionisti che di cultura ne capiscono. Questa sarà la nostra campagna elettorale che non sarà fatta né di anatemi sui giornali né di partite a biliardino'.

Altre immagini