Fioravante Bosco della Uil commenta la sconfitta di Claudio Ricci In primo piano

'Quando sono tornato dal seggio elettorale, stentavo a credere che Claudio Ricci, contestatissimo presidente della derelitta provincia di Benevento, avesse perso anche nella sua San Giorgio del Sannio', è questo il commento a caldo di Fioravante Bosco, segretario generale aggiunto della Uil Avellino/Benevento.

'In buona sostanza - continua Bosco - pur avendo detto più volte a Ricci che la sua politica era assolutamente velleitaria e inconcludente, ho ricevuto sempre risposte cervellotiche. Sino alla provocazione di nominare un funzionario della Provincia padrone assoluto di tutto ciò che ancora resta da amministrare!'.

'Naturalmente l’eco della non amministrazione della Provincia è giunta sino a San Giorgio del Sannio - prosegue ancora Bosco - ove è bastato il ritorno in campo di un vecchio volpone della politica, qual è Mario Pepe, a cui vanno gli auguri della Uil, per spazzarlo definitivamente via dalla scena politica sannita'.

'Ora - conclude Bosco - Claudio Ricci deve dimettersi anche dalla carica di presidente della provincia di Benevento poiché il suo disastro umano, politico e istituzionale non ha confronti nella storia del Sannio. Non aver voluto una sola volta ricevere le rappresentanze dei lavoratori, l’aver disamministrato in solitaria e l’aver concorso al licenziamento dei 13 lavoratori di Art Sannio Campania è l’emblema di una sciagura annunciata, della quale il Partito democratico dovrebbe chieder conto allo spensierato Ricci'.

Altre immagini