Giornata dedicata al malato oncologico, Mortaruolo: 'Strategico il ruolo della prevenzione' In primo piano

'Il 2017 è stato un anno importante per il presidio ospedaliero Sant'Alfonso Maria de' Liguori di Sant'Agata de' Goti. Le novità messe in campo sono in itinere in queste ore a seguito della firma da parte del presidente De Luca per la costituzione di un polo oncologico con il Rummo. Ritengo a tal proposito che un punto importante sia stato messo riguardo alla politica sanitaria regionale cercando di valorizzare quella struttura e in modo particolare l'oncologia'. Ad affermarlo è il consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Agricoltura della Regione Campania, Erasmo Mortaruolo in occasione della terza giornata dedicata al malato oncologico e alla prevenzione oncologica a Sant'Agata de' Goti.

'Oggi l'oncologia - prosegue Mortaruolo - come in più occasioni ha evidenziato il dott. Ghassan Merkabaoui, è soprattutto ricerca applicata. Ed è prevalentemente sulla fase della ricerca e della prevenzione che dobbiamo insistere anche dal punto di vista delle politiche sanitarie che devono essere tese al conseguimento di un risultato da un punto di vista medico e quindi di aspettative di vita sempre migliori. Voglio pertanto ricordare che con la firma del decreto, è arrivata da questo governo regionale una risposta in tempi celeri, qualificata nel contenuto, rispettosa del territorio per un Sannio che ha bisogno di una sanità a portata di cittadino, improntata sulla innovazione e sulla specializzazione, su una relazione profonda con il paziente nella sua dimensione esistenziale, emotiva e sociale. Giornate come questa sono importanti sotto il profilo tecnico ma soprattutto per lo straordinario senso di comunità che sono capaci di creare intorno a temi che toccano le nostre coscienze e la nostra umanità'.

Altre immagini