GUARDIA SANFRAMONDI - Sabato 11 marzo verrà presentato il logo dei Riti settennali di Penitenza 2017 In primo piano

Procede con sollecitudine il cammino pastorale della comunità parrocchiale di Guardia Sanframondi in vista dei Riti settennali di penitenza dell'agosto 2017. Il parroco, P. Giustino Di Santo, il 25 gennaio scorso, in occasione della festa della Conversione di San Paolo, ha annunciato l’indizione della Missione popolare.

Nella lettera, indirizzata ai fedeli, ne ha indicato il fine, sottolineando che “dobbiamo sentire la necessità di essere coinvolti in questo tempo di grazia che il Signore metterà a nostra disposizione, perché i nostri Riti possano essere per noi, non solo un momento di rinnovamento della nostra fede, ma attraverso la vera conversione del cuore, un momento di inizio  per essere veri discepoli di Cristo e testimoni di quanto andremo a vivere e celebrare”.

La Missione sarà preceduta da un importante evento che si terrà sabato 11 marzo. Verranno, infatti, presentati, presso la Basilica Santuario, il logo dei Riti settennali di Penitenza 2017 e verrà offerto alla Comunità un vademecum informativo.

Il logo è un’assoluta novità, che non ha precedenti storici, ed ha lo scopo di riassumere visivamente, e con immediatezza percettiva, gli elementi essenziali che la pietà popolare guardiese vive con cadenza settennale. Dopo il logo sarà presentato, ed offerto ai presenti, un vademecum informativo. Si tratta di una ricognizione, semplice e sintetica, dei concetti fondamenti per la comprensione dei Riti settennali e per l’interpretazione dei gesti dei penitenti. Anche quest’iniziativa è un’assoluta novità pastorale e comunicativa che intende fissare, in maniera nitida, alcune voci molto importanti della tradizione guardiese. Si tratta di un sussidio utile sia per i guardiesi che per i giornalisti, i fedeli ed i visitatori che affluiranno a Guardia da fuori. Si tratta di un lavoro che ha visto la collaborazione di più autori: Mons. Fausto Carlesimo, P. Giancarlo Giannasso, Enrico Garofano, Luca Iuliani, Giovanni Lombardi, P. Dino Magnano, Marialucia Perfetto e Consiglia Sebastianelli. L’evento si terrà nella Basilica Santuario alle ore 19,30.

Il giorno successivo, domenica 12 marzo, inizierà la Missione popolare. Come annunciato dalla Parrocchia, vi sarà la presenza di Padre Dino Magnano e di Padre Stefano Panebianco, dell’Oratorio di Aci Catena (Ct), e di Padre Giancarlo Giannasso, cappuccino, e storico predicatore ai Riti penitenziali guardiesi. Il primo atto della Missione sarà la solenne Celebrazione Eucaristica delle ore 11. Nel pomeriggio, invece, si terrà una Via Crucis itinerante che percorrerà le strade di tutti e quattro i rioni guardiesi.

Nei giorni successivi, la Missione sarà divisa in due parti: la mattina saranno visitati i malati ed incontrati gli studenti degli Istituti d’Istruzione guardiesi, nel pomeriggio ci saranno le catechesi ai gruppi ecclesiali ed ai comitati (il lunedì) ed ai Rioni (martedì il Rione Croce, mercoledì il Rione Portella, il giovedì il Rione Fontanella ed il Venerdì il Rione Piazza). Saranno visitati, inoltre, gli anziani ospiti delle Case di riposo del paese e da lunedì a venerdì alle ore 17, presso la Basilica Santuario, sarà possibile confessarsi.

Alle ore 21 di venerdì 17 marzo la Solenne liturgia penitenziale sarà un momento di preparazione alla conclusione della missione. I giovani guardiesi, inoltre, sono invitati a partecipare alla Festa per loro organizzata sabato 18 alle ore 18 e alla Veglia di preghiera che si terrà alle ore 21, al termine della quale verrà celebrata la Santa Messa.

Domenica 19, giornata conclusiva della Missione, alle ore 10,30 i Comitati ed i fedeli dei quattro Rioni, partendo dai propri punti di ritrovo, si recheranno processionalmente, preceduti dagli stendardi rionali, presso la Basilica Santuario per  la solenne Celebrazione Eucaristica per la conclusione della Missione Popolare, presieduta da S. Ecc.za Rev.ma Mons. Domenico Battaglia, Vescovo diocesano.

Altre immagini