In primo piano - Il Benevento Calcio rivede la luce e cerca conferme anche per cancellare i tabù dei turni infrasettimanali

Il Benevento Calcio rivede la luce e cerca conferme anche per cancellare i tabù dei turni infrasettimanali In primo piano

Con il cuore e l'orgoglio la 'strega' è risorta sabato scorso al 'Pinto' di La Spezia, e nel nuovo turno infrasettimanale di questa sera (fischio d'inizio alle 20.30) contro la Ternana vuole assolutamente confermare e ribadire che il  periodo nero del mese di febbraio è oggi soltanto un brutto ricordo ed oramai è stato posto alle spalle, dimenticato.

Insomma, neppure il tempo di godersi il ritorno alla vittoria  dopo circa 40 giorni di astinenza ed essersi sobbarcati il rientro dalla lontana Liguria e subito in campo per una insolita seduta domenicale, di preparazione al match di questa sera.

Indubbiamente dopo il blitz al 'Picco' (la vittoria esterna mancava dall’8 febbraio a Vercelli, quindi da quasi due mesi) il sorriso è tornato a risplendere tra i giallorossi, che questa sera possono affrontare i rossoverdi di Liverani, reduci anche loro da un successo esterno a Novara con le ambizioni di salvezza rilanciate anche se non troppo, con una carica emotiva in più ed il morale sicuramente risollevato.

Purtroppo anche questa sera Baroni dovrà affidarsi a quelli che sono stati i protagonisti in Liguria, perché non ha recuperato nessuno dei tanti infortunati, ed infatti tra i convocati ci sono due ragazzi della Primavera di Ignoffo. In più dovrà rinunciare anche allo squalificato Cissè, che quasi certamente sarà sostituito da Melara, dal momento che Falco potrà aggregarsi al gruppo forse soltanto dalla prossima settimana a causa della distrazione muscolare che sta curando. Niente da fare, naturalmente, anche per Padella (sempre alle prese con la fastidiosa tendinopatia), Puscas (clinicamente guarito dopo la pulizia al menisco, ma in fase di  riattivazione atletica), Bagadur (il più vicino al rientro), Cragno (in fase di rieducazione dopo l’intervento al menisco).

Ragione per cui  al tecnico toscano questa sera non rimarrà che fare di necessità virtù e provare ad inventarsi qualcosa per ovviare al solito problema di alternative offensive, con Ciciretti e Ceravolo che dovrebbero essere aiutati da quel Melara che a La Spezia si è fatto apprezzare ed ha messo anche a segno la sua prima rete in questo torneo. Melara ha dimostrato di essere rinato e di aver superato i vecchi malanni.

Questo vuol dire che sarà riconfermato il 4-3-3 che ha effettuato il blitz in terra Ligure, con Melara al posto di Cissè. Poi, le incoraggianti prove di Gyamfi, Pezzi, Del Pinto e Buzzegoli a La Spezia fanno propendere per una loro riconferma con la Ternana, a meno che Baroni, anche in vista della difficile gara di sabato prossimo contro il Cittadella, non immagini di fare un po’ di  turn over dando spazio a Venuti, Lopez, Chibsah e soprattutto Viola, che comunque certamente entreranno nel corso della gara. Sono tutti indizi, comunque, che inducono a pensare che rispetto a sabato scorso pochi saranno i cambi. Del resto, squadra che vince merita la riconferma!

Questo anche perché in Liguria si è rivisto quel Benevento solido e pragmatico, che l’allenatore toscano aveva a lungo invocato nelle settimane scorse. L’undici sannita è riemerso dal buio, ed alcuni giocatori sono finalmente rinati come Ciciretti, Buzzegoli ed anche Melara, ultimamente scomparso dai radar per problemi fisici.

Certamente tra i protagonisti della gara di questa sera bisogna annoverare Fabio Ceravolo, che quest’anno a Benevento ha già superato con 14 reti il suo record personale. Ceravolo con la maglia giallorossa  giocherà contro il suo passato rossoverde, dove ha disputato due ottime stagioni (da gennaio 2013 a maggio 2016) prima di approdare nel Sannio. Sono state 124 le presenze con la maglia della Ternana, con 25 reti e lasciando un ottimo ricordo in terra umbra.

Per il Benevento assolutamente da non sottovalutare la gara di questa sera, anche se la classifica è chiara, dal momento che la Ternana è reduce da una significativa ed importante vittoria esterna a Novara e con Liverani in panchina (il terzo allenatore della stagione dopo Benny Carbone e Carmine Gaurteri) sta compiendo passi in avanti per evitare la retrocessione diretta e partecipare ai play out. Per questo un impegno non semplice per i giallorossi, che dovranno fare molta attenzione al 4-3-1-2 applicato da Liverani. Tra i rossoverdi mancherà un elemento importante come il difensore Di Noia, che sarà sostituito da Petriccione, ma in attacco ci saranno Avenatti e Palombi, autore della doppietta a Novara, a cui  bisognerà fare molta attenzione. E nell’undici di partenza della Ternana ci sarà anche il sannita Biagio Meccariello, che della compagine umbra è anche il capitano. Poi un ex, quel Damiano Zanon che ha indossato per due stagioni la casacca giallorossa.

Questa sera il Benevento dovrà soprattutto cancellare il tabù dei turni infrasettimanali. Nei tre precedenti i giallorossi non hanno mai vinto, pareggiando al 'Vigorito' contro la Pro Vercelli e perdendo a Trapani e Novara dopo prestazioni molto negative. Anche sotto questo profilo c’è bisogno di cambiare. Dopo quello di oggi ci sarà soltanto il quarto ed ultimo turno infrasettimanale, quando i giallorossi il 25 aprile dovranno recarsi a Cesena.

Per dirigere la gara di questa sera è stato designato Gianluca Aureliano di Bologna, un quarto anno in serie B, dove ha diretto 66 incontri con 28 vittorie delle squadre di casa, 23 pareggi e 15 successi delle compagini in trasferta, 38 rigori concessi e 36 espulsi. In totale nella sua carriera, è un nono anno, ha diretto ben 150 gare, di cui 3 in serie A, 66 in B e 90 in Lega Pro, con uno score  di 71 successi delle squadre di casa, 54 pareggi e  34 successi esterni, 76 rigori concessi ed addirittura 97 espulsi. Per il bolognese Aureliano ben 8 precedenti con il Benevento con due successi Carrarese - Benevento 0-3 nel 2012, Benevento - Carpi 3-0 in questa stagione, tre pareggi Benevento - Frosinone 0-0 (nel 2012) e Latina - Benevento 0-0 e Benevento Perugia 0-0 in questa stagione e tre sconfitte Benevento - Barletta 1-2 (nel 2011), Tritium - Benevento 2-1 (nel 2011) e Viareggio Benevento 2-1 (nel 2012). Soni sei, invece, i precedenti con la Ternana, con 3 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte. A coadiuvare con il bolognese Aureliano sono stati designati Maurizio De Troia di Termoli e Francesco Di Salvo di Barletta, IV uomo Vito Mastrodonato di Barletta.

Ecco di seguito le gare di questa 34esima giornata, XIII di ritorno, con le relative “quaterne” arbitrali:

▪ Frosinone - Avellino 1-1

▪ Bari - Latina martedì 4 ore 20.30 (Sacchi - Villa - Formato - Massimi)

▪ Carpi - Pro Vercelli martedì 4 ore 20.30 (Abbattista - Rossi - Colarossi - Amabile)

▪ Benevento - Ternana martedì  4 ore 20.30 (Aureliano - De Troia - Di Salvo - Mastrodonato)

▪ Cesena - Brescia martedì 4 ore 20.30 (Pinzani - Citro - Grossi - Fourneau)

▪ Entella - Ascoli  martedì 4 ore 20.30 (Minelli - Intagliata - Sechi - Provesi)

▪ Perugia - Pisa martedì 4 ore 20.30 (Manganiello - Dei Giudici - Caliari - Paterna)

▪ Salernitana - Cittadella  martedì 4 ore 20.30 (Di Paolo - Bindoni - Cangiano - Strippoli)

▪ Spal - Novara martedì 4 ore 20.30 (Pezzuto - Bresmes - Lanotte - Pietropaolo)

▪ Verona - Spezia martedì 4 ore 20.30 (Nasca - Santoro - Gori - Chiffi)

▪ Vicenza - Trapani martedì 4 ore 20.30 (Pasqua - Galetto - D’Apice - Guccini)

Dopo l’anticipo di ieri sera Frosinone - Avellino, si parte questa sera con la seguente classifica:

Frosinone 61, Spal e Verona 58, Perugia e Benevento (-1) 51, Cittadella 50, Bari, Entella e Carpi 47, Novara 46, Spezia e Salernitana 45, Avellino 41, Ascoli e Vercelli 38, Cesena 35, Vicenza e Brescia 34, Trapani, Ternana e Latina (- 1) 32, Pisa (-4) 31.

GINO PESCITELLI

Altre immagini