Il giornalista Paolo Rumiz a Benevento per il suo ultimo libro dal titolo 'Appia' In primo piano

Giovedì 29 settembre, alle ore 16.00, presso la sala delle conferenze del Dipartimento Demm, Piazza Arechi II, Benevento, gli insegnamenti di 'Diritto e letterartura', tenuto dal prof. Felice Casucci, e di 'Istituzioni e storia del diritto romano', tenuto dalla prof.ssa Aglaia McClintock, organizzano l’evento di presentazione del libro di Paolo Rumiz, Appia, Feltrinelli, 2016.

Il volume ripercorre il cammino dell’autore da Roma a Brindisi sulle tracce dell’antica Via Appia, la regina viarum, la prima direttrice dell’impalcatura stradale romana, strumento di congiunzione, arteria strategica commerciale e militare, causa di rivolgimenti politici e sociali. Ripercorrendo l’Appia antica, insieme a una serie di amici, Rumiz ci ha riconsegnato un itinerario perduto, di cui Benevento costituisce una tappa importante.

Lungo il cammino dell’autore e dei suoi compagni di viaggio prende corpo una galleria di personaggi che si mescolano tra passato e presente: dal fondatore della via, il giurista trasgressivo Appio Claudio, ai rivoltosi schiavi capeggiati da Spartaco, che su quella stessa strada trovarono un’orribile morte, a Federico II di Svevia, ai tanti che oggi la percorrono, la abitano, la proteggono e talvolta ne fanno scempio. Partecipa all’evento il prof. Luigi Labruna.

Paolo Rumiz è giornalista de 'La Repubblica' e 'Il Piccolo' di Trieste. Con Feltrinelli ha pubblicato La secessione leggera, 2001; Tre uomini in bicicletta (con Francesco Altan), 2002; È Oriente, 2003; La leggenda dei monti naviganti, 2007; Annibale, 2008; L’Italia in seconda classe. Con i disegni di Altan e una Premessa del misterioso 740, 2009; La cotogna di Istanbul, 2010, nuova edizione 2015. Audiolibri 'Emons-Feltrinelli', 2011; Il bene ostinato, 2011; la riedizione di Maschere per un massacro. Quello che non abbiamo voluto sapere della guerra in Jugoslavia, 2011; A piedi, 2012; Trans Europa Express, 2012; Morimondo, 2013; Come cavalli che dormono in piedi, 2014;Il Ciclope, 2015; Appia (con Riccardo Carnovalini), 2016 e, nella collana digitale Zoom, La Padania, 2011; Maledetta Cina, 2012; Il cappottone di Antonio Pitacco, 2013; Ombre sulla corrente, 2014.

Altre immagini