Il j'accuse di Altrabenevento: 'Clamorosi errori nella scelta del sito per il depuratore' In primo piano

Gabriele Corona, Alessandra Sandrucci e Vincenzo Fioretti dell'Associazione Altrabenevento intervengono con un nota sulla problematica di depurazione delle acque reflue accusando l’amministrazione Mastella di “clamorosi errori per il sito dove allocare il depuratore”.

“Già il 26 gennaio di quest'anno - scrivono - Altrabenevento aveva evidenziato la farsa consumata dall'amministrazione che, mentre interpellava le associazioni ambientaliste sulla problematica della depurazione delle acque reflue, concordava con l'Autorità di Bacino i possibili siti per un solo grande depuratore da collocare forzatamente lungo il tracciato del collettore fognario unico già appaltato.

Per questo motivo Altrabenevento si è rifiutata di partecipare ad ulteriori incontri con le Commissioni consiliari Opere Pubbliche e Ambiente. Questa decisione ha stizzito il consigliere del Movimento 5 stelle, Nicola Sguera convinto della utilità di quegli incontri anche perché  il programma del sindaco Mastella conterrebbe, a suo avviso, impegni condivisibili sulla politica ambientale. 

Le altre associazioni non si sono sottratte all’inganno delle finte consultazioni, che solo oggi alcune  riconoscono come tali. Infatti il sindaco e l'Autorità di Bacino, dopo aver verificato solo in data 27 marzo che nell'area di Masseria Sciabbacca ci sono i tralicci dell'Elettrodotto di Terna, come già segnalato in precedenza da Altrabenevento, hanno deciso che il depuratore si dovrebbe realizzare a Masseria Marziotto.

La scelta è stata assunta con la delibera della Giunta Comunale n. 54 del 30 marzo - pubblicata ieri all’albo pretorio - che indica motivazioni frutto di errori clamorosi che saranno illustrati alla stampa venerdì 7 aprile alle ore 15.30 in un incontro che Altrabenevento terrà di fronte al sito indicato dal Comune. Appuntamento all'ingresso della strada per Pantano dalla Via Vitulanese”.

Altre immagini