La Fortorina come il pomo della discordia. Le dichiarazioni di De Girolamo, Cacciano e Del Basso De Caro In primo piano

Il capogruppo alla Camera dei Deputati di Area Popolare (Ncd-Udc), Nunzia De Girolamo lancia l'annuncio: 'Buone notizie per la Valfortore: in arrivo 65 milioni di euro grazie ai fondi previsti dallo Sblocca Italia'. 'Finalmente - spiega - prenderanno il via i lavori per la variante all'abitato di San Marco dei Cavoti e per il miglioramento del collegamento tra San Bartolomeo in Galdo e Foiano in Val Fortore. Di questo voglio ringraziare il ministro Lupi. Le infrastrutture sono un segmento strategico per lo sviluppo dell'intero Mezzogiorno e, pertanto, l'avvio di questi lavori su un’arteria così importante per il nostro territorio è fondamentale. Non ci può essere sviluppo del Sud senza un potenziamento della rete di collegamenti'.

Tempo poche ore e vengono inviate agli organi di stampa due note democrat: una a firma di Giovanni Cacciano, coordinatore Pd Alto Sannio, e l'altra vergata dal sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai Trasporti, Umberto Del Basso De Caro.

'In merito alla notizia apparsa sui media in queste ore - scrive Giovanni Cacciano - riguardante i lavori per la variante all'abitato di San Marco dei Cavoti ed il miglioramento del collegamento tra San Bartolomeo in Galdo e Foiano in Val Fortore, è obbligo precisare e chiarire che tali interventi rientrano in un pacchetto di opere finanziate nell'ambito del cosiddetto 'Sblocca Italia'. Già dallo scorso novembre, grazie al fattivo intervento del sottosegretario alle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro e del Ministero alle Infrastrutture, la Fortorina è stata finalmente finanziata ed inserita in una legge nazionale la quale ha fissato al 31 agosto di quest'anno i termini per l'appalto dell'opera. E' utile precisare altresì, che solo poche settimane fa, grazie sempre all’impegno del sottosegretario Del Basso De Caro, altri 103milioni di euro sono stati previsti dall'Anas per la galleria di 'Casone Cocca' e la prosecuzione verso San Bartolomeo in Galdo della stessa Fortorina. Un impegno costante che rispetto ai proclami del passato sta dando, con i fatti, risposte concrete ad ataviche vertenze di un territorio finalmente oggetto di una giusta e doverosa attenzione in un quadro infrastrutturale che fa del Fortore sempre più una cerniera strategica tra il Tirreno e l'Adriatico. Essenziale volano per lo sviluppo dell’intero Sannio'.

'Il finanziamento della SS 212 della Fortorina è notizia datata poiché risale al 29 di agosto dello scorso anno - precisa Umberto Del Basso De Caro -. La vera notizia è rappresentata dall'ulteriore finanziamento per 103 milioni di euro, per la prosecuzione dell'importante asse viario, contenuta nel contratto di programma quinquennale ANAS 2015-2019. Mi associo al ringraziamento al Ministro Lupi per le deleghe che mi ha consentito di esercitare da oltre un anno, in virtù delle quali ho potuto svolgere la mia iniziativa in favore del Sud ed in particolare della provincia di Benevento. Più in generale credo sia doveroso ringraziare il presidente del Consiglio Renzi che ha ritenuto le opere che interessano la provincia di Benevento, non solo la Fortorina, ma anche l'asse di collegamento Benevento - Caserta, la Benevento - Telese - Caianello e la tratta AV/AC Napoli - Bari, strategiche ed essenziali sul piano nazionale'.

Altre immagini