La grande canzone classica napoletana per il Conservatorio 'Nicola Sala' In primo piano

La grande canzone classica napoletana sarà la protagonista assoluta della manifestazione concertistica organizzata dal Conservatorio di Musica Nicola Sala di Benevento.

Canzoni sotto il Vesuvio, questo il suggestivo titolo del concerto che si terrà venerdì 13 marzo, alle ore 20.00, presso l’Auditorium S. Agostino di Benevento.

Di scena l’organico strumentale-vocale così costituito: voci Antonio Guida, Luciano Matarazzo e Antonietta Terracciano; flauto Sabrina Cenerazzo; mandolino Sergio Prozzo; chitarra Alessandro Vallati; violini primi Marta Cioffi, Alessia Carangelo, Ilaria Polese, Martina Zuppa, Barbara De Leonardis; violini secondi Francesco Norelli, Marco Rozza, Cosimo Della Gloria, Carla Iorio, Chiara Stella Zollo; viole Federica Bibbò, Alessandra Marrone; violoncelli Alessandra Ercolani, Nazarena Ottaiano; contrabbasso Gino Reveruzzi; batteria Aniello De Luca; percussioni Daniele Verrillo; pianoforte Emanuele Gentile. La Direzione è affidata al M° Luigi Ottaiano, docente presso l’Istituzione di Alta Formazione sannita, autore anche delle elaborazioni musicali.

Una carrellata di rinomati brani della tradizione canora classica, rivisitati con elegante varietà di arrangiamenti: 'O Paese d'o sole, Era de maggio, Maria Marì, 'O sole mio, Mamma mia che vò sapè, Munasterio ‘e Santa Chiara, Marechiaro, 'I te vurria vasà, Passione, 'O marenariello, Voce ‘e notte, Pecchè, Torna a Surriento, Core 'ngrato,

'O surdato nnammurato, Funiculì Funiculà .

Insomma un tuffo nella Napoli musicale di ieri, ripercorrendo le tappe più importanti della storia della canzone partenopea.

Altre immagini