La satira di Daniele Parisi apre la stagione teatrale al Mulino Pacifico In primo piano

Da ora in poi il programma degli spettacoli sara' comunicato via internet, attraverso i social e tutte le altre forme telematiche. Hanno scelto questa strada gli organizzatori della rassegna della Solot di Benevento, Michelangelo Fetto e Antonio Intorcia, perché i manifesti con le loro iniziative sono stati tutti coperti da mani “camorristiche”. “Abbiamo perso migliaia di euro - hanno detto - perciò scegliamo il circuito del web”.

Dopo questa premessa, la stagione teatrale al Mulino Pacifico è stata aperta dal monologo satirico “Abbasso Daniele Parisi”. Sul palco è piombato un attore spigliato, affermando di essere l’ottavo re di Roma. Chi ha detto che i re erano sette? Sapete chi erano i littori? Con domande scherzose e puntigliose ha “interrogato” il pubblico, rimasto all’inizio un po’ disorientato. Poi lo spettacolo ha preso il suo corso, tra frizzi e lazzi irriverenti, ragionamenti filosofici divertenti, critiche pungenti alla banalità.

L’attore Daniele Parisi si è mosso sulla scena come un giocoliere, recitando e cantando, saltando e ballando, correndo in mezzo al pubblico. Ha interpretato il ruolo della persona senza identità, del bestemmiatore, del gelataio, del burino, figlio di nessuno, alla ricerca di una dimensione e di un equilibrio tra i flutti dell’esistenza. Ad un certo punto è spuntata una domanda pirandelliana: “Chi sono io?”. Il graffio dell’attore si è diretto verso alcuni luoghi comuni. Perché tutti usano la macchina e poi si lamentano del traffico? Perché chi porta il cagnolino a passeggio, non raccoglie la sua cacchina? Perché non avere una busta per i bisognini del fedele animale? Poi tutti siamo bravi a dire che le citta sono sporche.

L’ironia di Parisi è venuta fuori con maggior vigore quando ha cantato una canzone dedicata alla flatulenza, che accompagna gli esseri umani come vento leggero, caldo, silenzioso o fragoroso. L’ultima risata l’ha riservata alla morte, passaggio inevitabile verso “orizzonti misteriosi”. I prossimi appuntamenti al Mulino Pacifico sono: Art for Art (22 gennaio) e Cabaret und dessert (30 e 31 gennaio). Il primo mira a raccogliere fondi, attraverso un’asta di quadri, a favore di un’artista sannita, Arturo Pagano, che ha subito enormi danni dall’alluvione, mentre il secondo è uno spettacolo comico, scaturito da un laboratorio teatrale, organizzato proprio dalla Solot, con attori adulti ed un intruso.

ANTONIO ESPOSITO

Altre immagini