Le forti piogge colpiscono la filiera chiusa del fieno. Coldiretti Benevento: 'Allarme per zootecnia di qualità' In primo piano

L'andamento altalenante del clima continua a produrre effetti negativi sull'agricoltura del Sannio. Ad aggiungere ulteriore preoccupazione sono le forti piogge di questi giorni, che stanno colpendo in particolare la fienagione.

La zootecnia è in sofferenza - spiega Francesco Sossi, direttore di Coldiretti Benevento - soprattutto nelle aree dove si allevano i bovini di razza Marchigiana IGP, ma non solo. L’alimentazione degli animali è garantita da una filiera chiusa che fornisce circa il 90% del fabbisogno. In questo periodo è in corso lo sfalcio del fieno, che poi viene lasciato asciugare a terra prima di raccoglierlo in rotoballe per essere successivamente stoccato sotto le tettoie. Le forti e improvvise piogge rischiano di rovinare e rendere inutilizzabile il fieno sfalciato. Stiamo monitorando la situazione per capire l’entità del fenomeno. Un danno esteso al fieno romperebbe un equilibrio sano e naturale che i nostri allevatori hanno creato”.

Grazie alla filiera chiusa la carne IGP presenta eccellenti qualità nutrizionali ed organolettiche: basso contenuto in grasso (2-3%) ed alto contenuto in proteine di elevato valore biologico (22-23%). Si riconosce dal colore rosso vivo, dalla grana fine, consistente, contemporaneamente soda ed elastica al tocco, dalle piccole infiltrazione di grasso che solcano la massa muscolare e dallo spessore esteriore del grasso, di colore bianco e giallo chiaro, che ricopre la superficie del dorso e dei lombi. Importante pregio della carne è il suo contenuto in ferro, in forma perfettamente assorbibile dall'organismo. Queste sono le qualità che derivano dalla razza dell'animale e dal regime alimentare durante la fase d'ingrassamento.

Altre immagini