Mensa scolastica: le competenze e le azioni di Comune e Asl a salvaguardia dei bambini In primo piano

In riferimento alla questione del servizio di mensa scolastica, il Comune di Benevento ritiene utile chiarire che, in base alle Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica emanate dal Ministero della Salute, compete all’Asl: la sorveglianza sulle caratteristiche igienico - nutrizionali dei pasti, ivi inclusa la valutazione delle tabelle dietetiche adottate; l’attività di vigilanza e controllo in conformità con le normative vigenti.

Al Comune, in qualità di responsabile del servizio, competono invece: la scelta della tipologia del servizio che intende offrire; l’elaborazione del capitolato; la sorveglianza sul buon andamento della ristorazione con controlli rivolti alla qualità merceologica degli alimenti e del piatto finito. Al gestore del servizio competono in particolare: lo svolgimento del servizio nel rispetto della normativa vigente e degli impegni contrattuali; l’offerta di prodotti-pasto nella logica di un sistema di qualità.

La Commissione mensa scolastica può infine svolgere: il ruolo di collegamento tra l’utenza, il Comune e la Asl, facendosi carico di riportare i suggerimenti ed i reclami che pervengono dall’utenza stessa, e il ruolo di collaborazione nel monitoraggio.

Stante ciò, l’Ente comunale ritiene opportuno evidenziare che ha programmato e/o effettuato i controlli di propria competenza e preteso lo stesso impegno dagli altri soggetti istituzionali coinvolti, senza peraltro preannunciarli in Commissione o comunicarli a mezzo stampa. Il sindaco, ad esempio, già in data 11/11/2016 (con nota prot. 98926/2016) ha richiesto l’intervento dell’Asl “al fine di evitare che si possano verificare di nuovo i gravi episodi accertati dalla magistratura”. L’Asl è stata ugualmente tempestiva ad effettuare i controlli richiesti e già in data 14/11/2016 ha comunicato all’Ente gli esiti del controllo ispettivo effettuato nella stessa data della richiesta, ovvero l’11/11/2016.

Infine, si evidenzia che già in data 18/10/2016, presso la sede dei Servizi al Cittadino, si è riunita per la prima volta la Commissione mensa scolastica per un incontro consultivo alla presenza di un rappresentante della ditta appaltatrice, e che la stessa Commissione è stata nuovamente  convocata per il giorno 21/11/2016. Riunione, quest’ultima, che, data l’assenza di numerosi componenti, è stata aggiornata al 28/11/2016.

Tutto ciò al sol fine di ribadire che l’obiettivo perseguito da tutti i soggetti istituzionali coinvolti, ognuno per quanto di propria competenza in base alle “Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica”, è quello di salvaguardare la salute dei bambini. 

Altre immagini